Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2016

Giornata della memoria 2016

Immagine
Ci sono tante cose da dire su questo giorno e tante che invece non si dovrebbero dire. La giornata della memoria dovrebbe servirci a ricordare gli scempi passati per non farli rivivere. Dovrebbe. E' un periodo orribile perché l'antisemitismo, il razzismo e la paura del diverso aumentano di giorno in giro e i politici si limitano a sfruttare la paura della gente per prendere voti. Tra le cose che mi fanno più paura vi è la possibilità, purtroppo non remota, che non appena i sopravvissuti dell'olocausto saranno morti, c'è chi si metterà a lottare per dire che erano dei bugiardi. Già lo stanno facendo, in nome della libertà d'opinione sputano su queste persone che hanno vissuto l'inferno e si debbono sentir definire bugiardi. Si pensa sul serio di fare del bene a qualcuno negando queste cose? Facendo la conta dei morti di nazismo e comunismo, Israele e Palestina, Iran e Iran, le due Coree, Vietnam, Siria, Francia, Turchia e potrei continuare all&

Cinema e Serie tv - I pregiudizi della critica

Immagine
Buona domenica a chi mi segue in questo piccolo blog. La bella idea lanciata da Director's Cult mi ha dato una motivazione in più per scrivere questo post. Non ho intenzione di entrare nell'ambito della polemica sale/Zalone, ecc, sinceramente non credo che sia una cosa particolarmente importante, ci terrei invece a far notare come la nostra critica si divida in due inquietanti tronconi, sia in ambito cinematografico che seriale.

3 anni dalla fine di Fringe - Riflessioni su cinema, serie tv e social network

Immagine
Tre anni fa finiva quella è la mia serie del cuore, Fringe, che è diventata un cult quando ancora era in onda, non solo perché vi era dietro l'abile mano di quel geniaccio di JJ Abrams (ora alle prese con il suo sogno, Star Wars, solo che intanto sta facendo mille altre cose, compresa la produzione per la HBO, insieme a Jonathan Nolan, della saga della Fondazione di Asimov), ma perché ha saputo porre interrogativi interessanti sulle guerre, sul bene e sul male, sulle scelte delle persone e sulle relazioni interpersonali, in particolare sulle storie d'amore e sui rapporti genitori/figli. A tre anni dalla fine vi è ancora un gran fermento nel fandom vuoi per quanto ho appena detto, vuoi perché ogni tanto qualcuno del cast fa sentire la sua voce, in ultima Blair Brown, che ha solo spiegato l'ovvio ("E' stata lanciata come una serie su un'eroina donna ed è poi finito per diventare uno show su un padre e figlio"), vuoi perché il finale è insoddisfacen

Ciao David Bowie

Immagine
E' un triste lunedì oggi dato che ci ha lasciati David Bowie, un artista poliedrico, musicista, cantante, attore, uomo, genio. Non ho molte parole in merito da dire perché la sua morte mi ha lasciato sgomenta. Preferisco lasciar parlare la sua musica..

Cinema vs serie tv

Immagine
Buonasera. Negli ultimi anni si fa un gran parlare di quanto le serie tv abbiano fatto un notevole salto di qualità, grazie ad autori con ottime idee come JJ Abrams, Kurt Sutter, Vince Gilligan, Steven Moffat, David Lynch, Beau Willimon, Matthew Weiner, Nic Pizzolatto, David Benioff, D.B. Weiss e molti altri. Il balzo è notevole e sicuramente molte opere possono tranquillamente rivaleggiare con il cinema d'autore e con i kolossal.

C'è femminismo e femminismo

Immagine
Buonasera a tutti, anzi data l'ora buonanotte. Ieri era il giorno della Befana, e il bel post di un signore molto seguito su Facebook , mi ha fatto riflettere su alcune questioni. Primo: ad una donna pare non essere concesso invecchiare. Deve essere sempre perfetta, bellissima, ecc. La riprova, l'ennesima, sono la valanga di insulti piovuti contro Carrie Fisher, colpevole di essere invecchiata male (a me non sembra ma vabbè) e quindi non adatta ad essere ancora la principessa Leia.

L'eterna lotta tra critica e pubblico

Immagine
Salve a tutti! Leggendo poco fa il post del caro Sauro sul grande botto di Zalone , ho letto una sua osservazione che mi ha colpito parecchio, ovvero l'atteggiamento snob della stampa verso un certo cinema, soprattutto un certo tipo di stampa. Neanche a me piace Zalone, non riesce a piacermi, non mi fa ridere. Io non vado vedere il film quindi me ne frego bellamente di dire la mia in merito e al massimo godo del fatto che quei soldi possano aiutare il cinema italiano boccheggiante. Poi non sono favorevole che un solo film occupi troppe sale, ma questo è un discorso a parte.

Star Wars - The Force Awakens - Mia recensione

Immagine
The Force Awakens: Un viaggio tra passato, presente e futuro. Non sono ancora a riuscita a recensirlo come vorrei per i siti per cui collaboro ma ci provo solo che per farlo bisogna tener presente alcune cose che mi sa che molti non conoscono su JJ. JJ Abrams è fan di Star Wars da quando era bambino. Tutte le sue opere sono pregne dell’opera di Lucas, compresa Fringe, la mia serie del cuore: ve ne abbiamo parlato anche di recente nell’omaggio che gli abbiamo fatto. Ora non pretendo che tutti conoscano ogni opera di Abrams, neanche io le conosco tutte, però bisogna tener presente almeno che è fan di Star Wars con tutto quello che ne consegue. Ho già spiegato che sono fan di vecchia data, da 31 anni circa.