Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2011

Vanishing on 7th Street di Brad Anderson

Immagine
Vanishing On 7th Street Release Date: 7 January 2011 Genre: Horror | Mystery Cast: Hayden Christensen, Thandie Newton, Taylor Groothuis, Jordan Trovillion, Jacob Latimore. Director: Brad Anderson Writers: Anthony Jaswinski MPAA: R Studio: Magnolia Pictures Voto 3 Stelle su 5. Mia Recensione con spoiler scritti in giallo Su questo film ne ho sentite di tutti i colori, c'è chi lo reputa un capolavoro e chi una schifezza immane, ecco non è per fare del qualunquismo, ma io mi ritrovo nel mezzo. Nel senso che la pellicola di Anderson comincia relativamente bene, tranne qualche intoppo nelle scene pre-buio, e ha una parte centrale discreta se non buona, con il terrore che la fa da padrone, con dialoghi non male dove si  ognuno dei quattro protagonisti si interroga sul perché di quella strana oscurità, iniziando anche porsi legittime domande sul significato dell'esistenza. Ho apprezzato anche i vari flash back sui tre adulti che aiutano ad ap

La fine è il mio inizio di Jo Baier

Immagine
USCITA CINEMA: 01/04/2011 REGIA: Jo Baier SCENEGGIATURA: Ulrich Limmer, Folco Terzani ATTORI: Bruno Ganz, Elio Germano, Erika Pluhar, Andrea Osvárt, Nicolò Fitz-William Lay. NAZIONE: Germania, Italia, Francia. Mio Voto 3 Stelle 1/2 su 5. Mia Recensione: Jo Baier regista tedesco dirige "La fine è il mio inizio" sugli ultimi giorni del grande giornalista Tiziano Terzani , sceneggiato dallo stesso figlio di questi, Folco, che nel 2006 pubblicò il libro da cui poi è stato tratto il film, che ha volutamente un impianto documentaristico, asciutto e sobrio. Bruno Ganz è Tiziano, mentre Elio Germano il figlio Fosco, bisogna subito dire che i due attori sono immensi, nonostante Ganz sia un po' sminuito da un doppiaggio che non gli si addice (non brutto perché Luca Biagini, colui che lo doppia, è veramente bravo solo che mi domando perché Ganz non abbia potuto auto-doppiarsi) e le cui risate risultano un po' forzate. Comunque ribadisco che Ganz e Germano danno

L'amico extraterrestre di Gabriele Sannino

Immagine
Mio Voto 4 stelle su 5. Mia Recensione Libro particolare ed affascinante questo terzo romanzo di Gabriele Sannino , che partendo da archetipi tipici della fiaba tocca poi tematiche intriganti e profonde come la spiritualità, il senso della vita e dell'intero universo. Leggendolo non ho potuto non pensare a Lassù Qualcuno ci Chiama   uno degli albi più belli di Dylan Dog, scritto proprio dal suo grande autore Tiziano Sclavi e disegnato superbamente da Angelo Stano ( la copertina) e Bruno Brindisi ( i disegni interni). E non ho potuto non pensare anche ad un magnifico e sottovalutato film di Francis Ford Coppola, Un'altra Giovinezza, del 2007. Una storia magica e tenera quella di Gabriele, che, come dicevamo parte dai classici topos della favola, c'è infatti un bimbo povero e orfano, il quale finisce in un orfanotrofio dopo la tragica morte del padre, unico genitore rimastogli, ma fin dalle prime pagine percepiamo qualcosa di diverso. Igor, difatti, ha un grande s

Mostra Cèzanne a Palazzo Reale di Milano

Immagine
Ciao a tutti^^! Avviso tutti gli appassionati di arte che dal 20 ottobre è aperta a Palazzo Reale di Milano la mostra sul grande pittore Paul Cèzanne con oltre 40 opere del maestro francese in esposizione.

I racconti di una ex centralinista

Immagine
Buon venerdì a tutti! Oggi inauguro una nuova rubrica, ovvero "Follie dal mondo del lavoro" , che nasce anche grazie alle confidenze di mia zia, ex centralinista di una nota fabbrica che produceva macchine fotografiche, ma poi si potrà ampliare in mille altri ambiti, anzi se ne conoscete ( e sono sicura che sarà così), fatevi pure avanti a raccontare le vostre. Mia zia ha detto che molte delle chiamate ricevute spesso se le segnava perché spesso le sembravano barzellette. Eccovi le prime due^^: 1-Driin... mia zia : "Pronto, chi è?" Risposta: "C'è mia figlia?" Sempre mia zia:  "Chi la cerca?" Risposta ( serissima, non ero uno scherzo) "La mamma". Mia zia passò diverso tempo a cercare la fantomatica figlia di codesta mamma.

Stampa e cinema: precisazioni

Immagine
Buon lunedì a tutti! Leggendo i vari interventi che sono venuti fuori qui sul blog e su facebook, riguardo a questo  mio post, mi rendo conto che occorrano delle precisazioni... 1-Quando parlo di "conoscere" non mi riferisco prettamente al vedere, in effetti il problema delle multisale che danno troppo spazio ai film americani e poco agli altri, con i cineclub che spariscono, è veramente un grosso problema ed è molto più facile recuperare un film non prettamente commerciale in dvd... Io mi riferivo proprio al fatto che molte persone, seguendo a pappagallo, ciò che dicono alcuni pseudo-giornalisti tv (di cui parlo dopo), non solo conoscono poco e male il cinema orientale, ma hanno anche la mania di sparare senzente con frasi assurdamente ultra Usa, dicendo appunto ( scusate se mi ripeto) "Non esistono film orientali che attacchino i proprio governi". Ok, cercando di scusare in qualche modo l'ignoranza (ma fino ad un certo punto perché appunto, rip

Il cinema è solo Hollywood??

Immagine
Ciao a tutti! Mi è capitato varie volte di sentir parlare di cinema sia da persone che conosco sia da giornalisti che dovrebbero essere esperti in questo settore. Non pretendo e non ho mai preteso che la gente sapesse la cinematografia mondiale a memoria anche perché sarebbe impossibile. E' tuttavia abbastanza avvilente sentire da giornalisti esperti in materia frasi come " Kate Winslet , l'attrice di Hollywood"... perché di Hollywood? E' inglese, vive in Inghilterra e ha sposato un regista inglese, Sam Mendes ( il regista di American Beauty e Revolutionary Road  ), ma tant'è pare che appena un'attrice o un attore diventino delle star, poi diventino statunitensi. Ma questo sarebbe anche il meno, il problema, dal mio punto di vista, si presenta soprattutto quando si parla di film.

Il Falco della Rupe di Giambattista Bazzoni

Immagine
Voto 4 Stelle su 5 Mia Recensione con spoiler Questo romanzo è dell'Ottocento, in pieno romanticismo italiano (è bene sottolinearlo perché tra romantismo inglese e italiano ci sono svariate differenze) e l'autore, Giambattista Bazzoni ha immerso completamente la sua storia che pure era di qualche secolo prima, ovvero del  Cinquecento, con una ricostruzione storica perfetta di questo secolo per ambientazioni, battaglie e personaggi. Ciò non è assolutamente un male, basti pensare al Manzoni che riempie di tematiche ottocentesche sia il suo libro più famoso "I Promessi Sposi" sia "L'Adelchi". L'unica cosa che poteva rendere difficile la lettura era la lingua, un italiano non ancora moderno e colmo di parole non facilmente comprensibili ai più. Per fortuna a farci superare questo problematico scoglio ci ha pensato Gigliola Foglia , adattando tale libro in un italiano moderno e fluido, senza però fargli perdere la magia della scrittura d

Lezioni di Tango di Giusi Dottini e Alessandra Giusti

Immagine
Voto 3 stelle e mezzo Mia Recensione con spoiler Questo libro scritto da Giusi Dottini  con la collaborazione di Alessandra Giusti  ha diversi pregi, primo tra tutti di parlare di una tematica "scomoda" ed attuale come l'omosessualità usando il tono leggero di una commedia fresca e divertente, senza scadere nella trivialità e nei luoghi comuni, cosa davvero molto rara. Anche se vi capiterà di leggerlo conoscendo già il colpo di scena, come è successo a me, non si finisce mai per annoiarsi, altro lato davvero positivo di questa bella storia: spesso gli scrittori mediocri infarciscono i loro "libri" di colpi di scena perché non sanno raccontare una storia degna di questo nome. E invece Giusi, con l'aiuto di Alessandra, ha prima di tutto raccontato una storia, una storia non vera, ma verosimile, dove l'amore non ha schemi o regole, dove è  la quotidianità a farla da padrone, quotidianità fatta di momenti divertenti e drammatici, appassionan

Persone impossibili - Le varie categorie

Buon inizio settimana a tutti. E' un po' di tempo che noto con sommo raccapriccio come molte persone  impossibili si possano, ahimè, catalogare in svariate tipologie. Non parlo dell'aspetto fisico, ma dell'aspetto psicologico. -I vicini scassa balle che assumono l'aria da vittima: sono quelli che fanno le cose più assurde e poi hanno il coraggio di lagnarsi per delle sciocchezze. Esempio pratico: i miei vicini(quelli a destra) hanno provato sia a far pattinare i figli in casa (alla domenica mattina off course) oppure (quelli a sinistra) a far andare la lavatrice sul balcone fino alle tre di notte, pur avendo una comodissima taverna dove non romperebbe il c... a nessuno, senza dimenticare quando spaccano la legna in casa (sembra che vengono giù i muri) oppure mettere su belle canzoncine ( per intenderci Mario Merola, Gigi D'Alessio, Nino D'Angelo) ad orari impossibili. Va da se che naturalmente la storiella delle canzoni ad orari ignobili la facevano fi

Auto-sospesa

Immagine
Buon giovedì a tutti. Dopo lunghe meditazioni ho deciso di seguire i miei folli ideali perciò miei cari lettori e mie care lettrici, prendendo spunto dall'idea di Roberto Recchioni , questo blog da oggi e per qualche giorno  è sospeso. In segno di protesta, simbolico ma pratico, nei confronti del Comma 29 del DDL intercettazioni. E sono tanti  altri blogger ( Locomotiva ,  Rock Army ,   Art.21 Cost  , Giorgio Salati  , Cristina Giorgilli ) che hanno deciso di auto-sospendersi o di protestare contro questo DDL ( Il Nichilista  )   A presto, da una Silvietta un po' più pazza del solito!

Orrori multimediali

Buon martedì a tutti. Avrete sicuramente sentito parlare, dolenti o volenti, dei vari delitti "importanti", da quello di via Poma a Marta Russo, da Garlasco a Perugia, passando per Avetrana e Brembate. Non è mia intenzione fare una lezione di giornalismo a qualcuno, non posso dare completamente torto alla stampa se si occupano di alcuni casi che fanno vendere più copie o fanno alzare gli ascolti. Dal mio punto di vista( e ne parlai mesi fa Qui  e Qui  ) c'è sicuramente un abisso tra il legittimo interesse e la morbosità ed entrambe le cose coinvolgono tanto la stampa che la gente comune, c'è poco da fare. Sicuramente la stampa ci mette del suo a fare ore ed ore di dirette sul delitto di turno, ma gli ascolti e le vendite dimostrano che molta gente ama un po' troppo tali dirette. Ieri sera come molti di voi sapranno c'è stato il verdetto della Corte di Assisi di Appello sul caso di Perugia. Ora, al di là di quello che si possa pensare sugli imputati (  io