mercoledì 8 dicembre 2010

Seconda Parte del Manuale SemiSerio di Buona Educazione: Il Dialogo






Buona giornata a tutti, visto che recentemente ho avuto a che fare con delle persone che non solo non ascoltano ma se glielo fai notare hai pure torto tu perché loro non sbagliano mai e sono sempre io quella cattiva che "li vuole giudicare" e "si sente superiore intellettualmente e lessicalmente", eccovi la seconda parte del manuale.
Stavolta parliamo di dialogo con il prossimo...


1-Regola primaria di ogni dialogo: ASCOLTARE, ASCOLTARE, ASCOLTARE! 
Vale per me come per gli altri.
Un Aforisma dice infatti:
"Dio ci ha dato due orecchie, ma soltanto una bocca, proprio per ascoltare il doppio e parlare la metà."
Inoltre in tutti i forum c'è la regola base di rileggere i messaggi altrui tre volte prima di rispondere.
Ovviamente tra le persone che si ritengono, loro, superiori, tutto questo non vale perché se qualcuno fa loro notare che non ascoltano e ripetono quello che voi avete appena detto, avete torto voi, di base, no?
E da notare che poi parlano male di Berlusconi: dovrebbero votarlo visto che la pensano come lui e si comportano come lui.
Sono cattiva?Lui non ascolta, loro non ascoltano, entrambi fanno le vittime...
Si potrebbe tentare di usare il loro metodo contro di loro ovvero: non ascoltare e ripetere, con tono da essere superiore, ciò che hanno appena detto, ma non servirebbe, a meno che non siate dei MALEDUCATI CRONICI come loro ovvero andare avanti ad oltranza.
Tuttavia credo sarebbe inutile pure questo: sarebbe solo un dialogo tra sordi, come ormai avviene nella nostra società
Sono cattiva?Ebbene sì, mi sono rotta le scatole di essere rispettosa quando gli altri non lo sono affatto e fanno pure i maestri di vita!
Ovviamente lor signori avranno pure la faccia di culo di venirmi a dire sia in privato che in pubblico che sono io che non li ascolto anche se potrei citare a memoria tutti i dialoghi che abbiamo avuto: dovrei diventare la Fata Smemorina pure io...


Ah giusto per fare un po' l'acculturata eccovi una memorabile citazione di Enzo Biagi:
"Il bello della democrazia è proprio questo: tutti possono parlare, ma non occorre saper ascoltare."


2-Prima di iniziare un discorso pensare SEMPRE a ciò che si dice, altrimenti vi impappinate come faccio spesso io e siccome non sempre gli amici sono pazienti come i miei, vi scavalcherebbero e magari vi prenderebbero pure in giro perché non sai parlare e spari scemenze.
Le gaffe, si sa, sono permesse solo a Mike Bongiorno e ai vari presentatori.


3-Se qualcuno sta parlando evitate di interromperlo e, come sopra, cercate di ascoltarlo o almeno abbiate la compiacenza di farlo terminare...


4-Non si abbaia addosso a qualcuno se dice qualcosa che non condividete, cercate, se potete, di demolire le sue posizioni con il raziocinio e l'ironia, se no state zitti ed evitate di dire cazzate come "Non capisci niente, ho ragione io". 
La ragione va dimostrata.
Sono da evitare anche espressioni come "Devi ringraziarmi che ti sto illuminando la via" sia da parte dei credenti che da parte degli atei ed anche in ambiti meno sacri: i dogmi ce li hanno sia certi credenti che certi atei, prova ne sia che se trovano un cattolico che ragiona, lo coprono di insulti e dicono che non può essere cattolico e intelligente oppure "hai le fette di salame sugli occhi" oppure "tu sei una persona che se vede qualcuno star male gira la testa dalla parte di là"...
Demolire le posizioni altrui non significa insultare il prossimo e mancargli di rispetto.


5-Una regola favolosa degli americani è "Don't Like, Don't Talk" ovvero "Non ti piace, non parlarne", ovvero se una cosa ci fa schifo perché andare a rompere le scatole nei forum dove ne parlano?Invece no, ci sono persone che pensando di poter insegnare agli altri come vivere, vanno nei forum e rompono le palle.
Non vi piace una cosa?Ed allora perché andate a cercarla?Bah...
Spero che qualcuno non capisca che sia meglio non parlare di mafia perché gli fa schifo, qui si sta parlando di cose diverse, diciamo più frivole a loro modo.


6-Se una persona sta parlando di mafia, evitate di rispondere con frasi dementi del tipo "Se uno ne parla gli fa pubblicità" oppure "Parlare dei morti per mafia sono degli spottoni per quest'ultima", la conoscete la manfrina ergo non vado oltre...


7-Se uno parla di una cosa che gli piace con grande entusiasmo e a voi no, non dico di mentire, assolutamente, ma si può benissimo dire "Mi spiace, ma non la amo come te" e non dire frasi insultanti ed offensive:
 "Ahahahah che scema ti piacciano queste cazzate" il tutto condito da un tono ironico di superiorità intellettuale
e se lo fate non lamentatevi che qualcuno vi abbia preso a spintonate o a sprangate.
Tra l'altro, non è detto che prima o poi non cambiate idea su questa cosa e in quel caso vi darete degli imbecilli da soli.


8-Se qualcuno parla di un argomento che amate, non pensate necessariamente di saperne più di lui/lei, potreste benissimo imparare cose nuove su tale tematica perciò dovreste esserne felici.


9-Se qualcuno parla non limitatevi ad annuire con tono annoiato, ma cercate di partecipare al dialogo, se potete e se proprio non ci riuscite, almeno annuite con garbo^_^.


10-Quando qualcuno parla troppo evitate di abbaiargli addosso, provate a farglielo notare con tatto, a sua volta ogni persona dovrebbe lasciare spazio agli altri e non fare dei monologhi o soliloqui: la conversazione diventa barbosa, invece lo scambio di opinioni è utile per i cervelli, specialmente per quelli atrofizzati...


Regola extra Uno: se qualcuno parla di un argomento cool, non pensate necessariamente che lo faccia per seguire la moda.
Viceversa se qualcuno parla di qualcosa che non conosce nessuno non significa per forza che voglia fare lo snob...


Regola Extra Due:  se un vostro amico dice non amare una cosa che voi invece adorate, non c'è bisogno di offendersi e pensare subito che lo dica per farvi un dispetto. Di contro se dice di adorarla, non pensate che voglia copiarvi, altrimenti non se ne esce più!


Per chi non avesse letto la prima parte:


I Mezzi Pubblici

5 commenti:

mikejurerad@hotmail.it ha detto...

ammetto che il manuale che hai scritto da un buon spunto non tanto per comportarsi nel mondo della comunicazione virtuale come forum quanto come manuale finalizzato ad un comportamento civile.

Anonimo ha detto...

Ottime Osservazioni!!
Complimenti! Silvietta^^
Sei la solita irrequieta!
ogni tanto prenditi delle pause e fari riposare quel Cervelletto! ;-D
G.M.E

Silvietta ha detto...

@MikeJurerad=Beh, non so cosa dire, grazie. Ammetto che tutto nasce un po' per gioco un po' per esperienze personali che mi hanno sfibrato.
Sono proprio contenta che possa essere utile a qualcuno, oltre che a me ;).
@G.M.E.=Carissimo purtroppo mi è davvero impossibile far riposare il mio Cervelletto, mi tormenta con i suoi deliri anche di notte!
Grazie per i complimenti: sono contenta che trovi pertinenti le mie osservazioni.
Hai ragione: sono la solita irrequieta!

Hakka ha detto...

In effetti molte di queste osservazioni andrebbero copiate in ogni FAQ o pagina di Rules dei forum...

Oh, a tal proposito della cosa atei/laici, hai letto l'intervento/articolo di Don Andrea Gallo sull'ultimo Vanity Fair (quello con Ibra in copertina)? Se no, ricordami di copiartelo che merita una lettura!

Silvietta ha detto...

@Hakka=^_^Grazie anche a te, se tu od altri avete dei suggerimenti per la terza parte sono qui!
No, non ho letto l'intervista di Don Andrea Gallo, conoscendo il soggetto penso che mi piacerà, ergo vedrò di ricordarmi di chiedertelo^_^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...