domenica 28 novembre 2010

Mio Manuale Semiserio di Buona Educazione: I Mezzi Pubblici...





Oggi mi sono montata le testa e ho deciso di sfornare il mio manuale di buona educazione, iniziando dai mezzi pubblici.

1-Regola fondamentale che vale non solo in questo ambito ma in generale:
quando si ha bisogno di domandare un'informazione a qualcuno, chiedere sempre "per favore" e dopo dire sempre "Grazie", magari anche facendo un bel sorriso, su, su che la vita è bella...
Per tutte queste ragioni sono vietate espressione come "Che idiota non sa nemmeno dov'è una via nella sua città", gli sguardi iracondi, strattonare, spingere ed esigere che uno abbia la cartina della propria città stampata in testa.

2-Legata alla uno: quando qualcuno chiede qualcosa, non trattatelo da semi-decerebrato, rompiballe, imbecille e chi ne ha più ne metta.
Se fate parte del personale dei mezzi pubblici o della polizia locale, nessuno di noi pretende, come è detto sopra, che abbiate stampata la cartina in testa, tuttavia, se siete in cinque a guardare tale cartina, si spera che qualcosa riusciate a cavare.
Da evitare anche risposte cretine come "Non aumentiamo i mezzi per quella direzione perché i treni sono sempre vuoti" perché SONO QUASI SEMPRE PIENI I TRENI, IN QUALUNQUE DIREZIONE, IN PRIMIS LA PERIFERIA!!!

3-Il cartello "Lasciare scendere prima di salire" non è messo lì per bellezza, ve lo assicuro e non significa "Libertà di spintonare la gente per costringerla a rientrare e così entrate anche voi", ma significa proprio LASCIARE SCENDERE PRIMA DI SALIRE, anche perché, se si continua a non comprenderlo, io mi munisco di sfolla gente... di piombo... o in alternativa di una bella mazza ferrata.

4-Quando si è in coda per timbrare il biglietto, evitate di stare incollati a quello davanti, soprattutto a quello che sta timbrando, con il vostro biglietto puntato all'orecchio di quest'ultimo: vi assicuro che così non si timbra prima!

5-Quando si è in coda per comprare il biglietto, in genere per il treno, alle macchinette, non prendetela con il primo della coda, che sta provando a capire i complicati meccanismi di quelle maledette macchinette, che sembrano fatte apposta per far perdere tempo e non risparmiarlo, tra "avanti", pubblicità, richieste multiple sulla "tariffa base" ecc.
Se uno poi deve fare diversi biglietti, ci mette un po' e se continuate a sbuffare, mandando i vostri amichetti a trattarlo da cretino con domande del tipo "C'è qualche problema?" ci metterà ancora di più...

6-Se c'è una coda per qualsiasi motivo, rispettatela e per favore, se si apre uno sportello in più e siete appena arrivati, non fate il furbastro anche perché non solo vi beccheranno subito, ma sareste letteralmente coperti di insulti, sono altre sì vietate espressioni come : "Ma come osate guardare quello che faccio?State violando la mia privacy"

7-Se arriva un poveretto a chiedere l'elemosina, non trattatelo da appestato, essere immondo ecc, potreste trovarvi al suo posto prima o poi e la carità della gente sarebbe tutto quello che avrete.
A sua volta, queste persone, evitino di trattare male chi non dà loro soldi, offendendosi per l'espressione "Non posso" o "Non ho un euro in tasca" perché la maggior parte delle volte è vero oppure semplicemente se danno i soldi a voi, non possono tornare a casa.

8-Se l'autobus/carrozza della metro è strapieno/a e c'è una persona che occupa due posti con borse varie, andate a chiedergli, gentilmente, se potete mettervi voi al posto delle suddette borse.
Tuttavia se il mezzo pubblico è vuoto ( capita raramente ma capita ) o quantomeno ci sono diversi posti liberi, evitate di andare a rompere alla persona che ha occupato due posti per la valigia/zaionone: vi assicuro che dà meno fastidio lì che non nel corridoio dove invece farebbe un bel giro per tutto il mezzo o tutta la carrozza, rischiando di provocare fratture multiple agli altri passeggeri.


9-Quando entra una persona anziana, se potete, chiedetele se vuole sedersi.
La suddetta persona persona anziana, a sua volta, non si arrabbi per la richiesta considerandola un'offesa del tipo"sei una brutta vecchiaccia/un brutto vecchiaccio" né pretenda di avere il posto di una donna incinta, lì lì per partorire, oppure di qualcuno che sta dormendo sfinito dopo una dura giornata di lavoro oppure di qualcuno con il gesso, il tutto solo per il fatto che sono più giovani di lei...

10-Ultimo ma non meno importante: i biglietti o gli abbonamenti, anche se costano una cifra, vanno sempre comprati e regolarizzati, non si riutilizza più volte lo stesso biglietto oppure non si viaggia senza biglietto: non viaggiate gratis, il vostro biglietto lo sto pagando io perché se il costo dei mezzi pubblici aumenta, di anno in anno, non è solo colpa dell'inflazione ma degli scrocconi come voi!
Dimenticavo: mi sono rotta le scatole di vedere le fermate dei bus demolite nonché riempite di presunti graffiti ( quelli veri sono un'altra cosa! ) dai bulletti perché "tanto è roba pubblica, non costa a nessuno" idiota costa a noi!
A sua volta, sarebbe il caso di abbassare le tariffe, avere i mezzi tutti i giorni, a tutte le ore anche perché è da dementi lamentarsi che la gente usa la macchina, pretendendo che usi i mezzi pubblici se poi questi mezzi latitano!!!

Regola Extra: se proprio bisogna telefonare sui mezzi pubblici, cercate, per favore, di non urlare, dato che i vostri fatti interessano solo al vostro interlocutore, grazie...
Anzi bisognerebbe evitare di gridare sempre quando si parla, a meno che non si abbiano dei buoni motivi.
Di contro, se sentite qualcuno che grida, magari contro qualcuno allo sportello, non pensate in automatico che abbia torto o abbia ragione.


Trovate Qui la seconda parte del Manuale



Buona domenica


12 commenti:

Anonimo ha detto...

Un vademecum utile: potrebbe essere adottato da coloro che amministrano i mezzi pubblici. Guido

FLG ha detto...

Si potrebbe ricavarne un libro ma purtroppo la gente presume di sapere già come comportarsi e si ritiene più che educata ^_^

Silvietta ha detto...

Grazie Flavia e Guido^_^: felice che approviate!
Eheheh addirittura un vademecum o un libro?Wow!E' vero: la gente pensa di essere già educata!

il pithecusano ha detto...

Uso i mezzi pubblici solo quando sono in vacanza, perché non ci si può salire sopra con otto metri cubi di datterino, mozzarella, nero d'Avola, chardonnay e cioccolata. E si ostinano a non voler passare da Montepulciano dopo esser stati prima a Bagno Vignoni per finire a Loro Ciuffenna. Così ci vado su solo quando sono in vacanza: si inizia a Fiumicino, che per prendere lo shuttle scavalchi i SUV in quarta fila e quando ci sei sopra ti accorgi che un mezzo che gira in un aeroporto non ha spazio né per una valigia né per un troller.
E poi arrivi, che so, a Madrid. Dove vai in metro dall'aeroporto al centro con un euro, aspetti tre minuti, a bordo c'è chi usa internet, chi culla il bebé nel passeggino, chi dorme, chi lavora e chi sorride. Sulle porte non ci sono fotografie di culi di fuori per pubblicizzare un aperitivo o una colla o un'automobile, ma poesie d'amore.
E' lì che mi chiedo quale passaggio dell'evoluzione abbiamo saltato. Su quale altro gradino dell'intolleranza siamo saliti, o, forse, da quale stiamo scendendo, e quanti ce ne manchino per arrivare a quella dimensione umana nella quale non serve ruggirsi l'un l'atro per identificarsi.
Poi la vacanza finisce, e vado di nuovo al lunga sosta a riprendere la pithemobile, 500 CV meno della Batmobile ma va pure a GPL e c'ha le gomme quasi nuove. Perché tra un treno e l'altro, da Fiumicino a Borgo Carige, ci può passare mezza giornata, e mai quella che non mi serve. E poi, né Lucky Luke né Superpippo hanno mai preso il treno...

Ilaria ha detto...

"quando tornate a casa da scuola, non sfogatevi sugli altri studenti, che ne hanno le tasche piene pure loro. In particolare, non pensate di divertirvi buttando fuori dal finestrino lo zaino o la cartella di uno dei vostri compagni. Se prporio volete farlo, e il proprietario dello zaino decide di fare lo stesso con al vostra testa, almeno non lamentatevi!"

Hakka ha detto...

Regole d'oro. -.- Ste cose andrebbero insegnate sin dalle elementari!

Il cinefilante ha detto...

Quoto! andrebbe insegnato nelle scuole! Io aggiungerei che scrivere col pennarello indelebile a punta grossa sui mezzi pubblici andrebbe punito con un bel fracco di legnate!

Silvietta ha detto...

@il pithecusano= hai ragione all'estero è tutta un'altra cosa :(, i mezzi sono decisamente migliori, non ci sono spot osceni e la gente pare più civile. In Europa questo, in Usa molto meno...
Essì: Super Pippo non usa i mezzi pubblici
@Ilaria=mi sa che lo aggiungo nella lista come seconda regola extra d'oro...
@Hakka=^_^Grassie, magari provo a spedirlo alla scuola locale^_^
@Il cinefilante=^_^Grassie anche a te e concordo per la storia del pennarello: a legnate con un bel paletto di frassino, semmai XD!

alias ha detto...

Hai messo le basi per una civiltà...anche se credo la maggior parte delle persone in questo paese (oh che dico, in questo regno) non siano interessate perché loro usano un altro decalogo che se non ti spiace ti elenco brevemente:

Decalogo vigente degli italiani (esclusi i presenti e alcuni assenti)

1) Fatti gli affari tuoi, anche se vedi un moribondo per strada (sicuramente è un tossico, extracomunitario, rapinatore, truffatore, bastardo, tanto che me ne fotte)

2) Pagare tasse, biglietti del bus, del treno, posteggiare nei posti giusti pagando la tariffa e altre cose del genere vuol dure non avere successo nella vita...per cui chi se ne fotte, che paghino gli altri.

3) Se rinasco voglio essere come il Sire Silvio

4) Vista la 3, le file le salto, le striscie pedonali non esistono, parcheggio in quartupla fila tanto ho l'amico comandante dei vigili che mi toglie la multa, salgo e scendo dal bus e metro come, dove e quando cavolo mi pare e se i barboni fossero furbi andrebbero a rubare perché farebbero più soldi.

5) Urlo perché io ho ragione...ci pensino gli altri a stare zitti

6) Me ne fotto

7) Mors tua vita mea...

8) Dì tutte le cazzate che vuoi, domani puoi sempre dire che ti hanno capito male gli altri...un branco di ignoranti che vedono sempre cose negative nelle tue affermazioni

9) Vista la 6 e la 7 (non la TV) se ti devo schiacciare per arrivare dove devo arrivare...se tu a rimanere schiacciato.

10) Regola d'Oro...dì sempre che gli altri raccontano falsità (sì sì capito bene il termine)

Silvietta ha detto...

@Alias=Grazie anche a te^_^, bello leggere "hai messo le basi per la civiltà"... ammetto che il "tuo" manuale inverso mi ha fatto ridere, per non piangere, perché molta gente lo usa per davvero!

Laura ha detto...

Magari la gente si attenesse a questo decalogo! Anzi, basterebbe tenere a mente solo questo: "Non fare agli altri quello che non vorresti venisse fatto a te", no? Peccato che, a vedere in giro, per uno che se ne ricorda ce ne sono svariate migliaia che invece...

Mi piace molto il nuovo look del tuo blog! Anche l'altro era bello però.

Silvietta ha detto...

@Laura=Difatti, hai ragione ;), sono in pochi che ascoltano.
Sono contenta che ti piaccia il nuovo look, ogni tanto mi piace rinnovare.
La foto della home è Bodone^_^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...