giovedì 20 dicembre 2007

"Star Wars Episodio II - L'attacco dei Cloni" di George Lucas





















Star Wars: Episodio II - L'Attacco dei Cloni

Titolo originale: Star Wars: Episode II - Attack of the Clones
Nazione: Usa
Anno: 2002
Genere: Fantascienza
Durata: 143 Minuti
Regia: George Lucas

Cast: Hayden Christensen, Ewan McGregor, Natalie Portman, Ian McDiarmid, Pernilla August,
Christopher Lee, Samuel L. Jackson, Frank Oz


Mio Voto:****

Mia recensione con spoiler


Non tutti i fan lo amano, io l'ho rivisto varie volte e continuo a non capire cos'abbia che non vada.
E' una storia tenera, romantica, ma non dolciastra o caramellosa, l'amore tra Anakin e Padmé, che ricalca, ma non copia, quello tra Romeo e Giulietta, è il fiore della giovinezza spensierata che non possono avere, è vero alla fine si sposano, ma dopo aver negato l'amore per il dovere, spingendosi sempre verso gli altri e se cedono è perché sono vicini alla morte.



Tra Hayden Christensen e Natalie Portman c'è la giusta chimica, sono giovani, belli, espressivi e pieni di calore.
La morte della madre di Anakin(scena che strazia il cuore) aggiunge ulteriore pathos alla storia e lacera ancora di più l'animo del giovane jedi, diviso tra amore e dovere, desiderio di vendetta e rimorso, sogno e paura del domani, affetto per l'amico Obi-Wan e desiderio di vivere una vita normale, alla fine anche se si sposa, decide di non lasciare l'ordine perché non può e non vuole lasciare i suoi amici proprio ora che la Galassia cade nel baratro della guerra civile, la leggendaria Guerra dei Cloni, di cui abbiamo tanto sentito parlare nei vecchi film.
Bravissimo anche Ewan McGregor che dà ad Obi-Wan il giusto spessore, facendo vedere oltre la facciata del maestro jedi perfetto e mostrandoci che anche lui è diviso tra i sentimenti, in primis ili fortissimo di affetto per l'amico e la sua lealtà all'ordine jedi, che è sempre meno attento ai problemi della gente e troppo vicino al potere e alla politica.
Grande anche Christopher Lee, il suo Dooku è un Vader mancato, con i suoi dubbi e le sue paure, dietro al lato oscuro, si nasconde quasi sempre qualcosa, tranne che nel malefico Palpatine.
Niente male anche la critica sociale dato che il film fa vedere come il cancelliere è sia il negoziatore sia il reale capo dei separatisti, insomma il suo scopo è solo la guerra e il potere... vi viene in mente qualcosa?
Le battaglie sono emozionanti, una su tutte quella dell'arena, epica e favolosa, ma anche i duelli finali Anakin/Obi-Wan vs Dooku e Yoda vs Dooku sono incredibili!!!
Le musiche, in particolare il tema d'amore "Across The Stars", assolutamente toccanti e d'atmosfera.

Voto 4 Stelle su 5 o se preferite 8 su 10!



Trailer



Recensione de "La vendetta dei sith":

Qui

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Bella bella, Silvie.
E grazie di cuore da parte di una fan sfegatata di Shakespeare per aver paragonato a Romeo e Giulietta una storia che *davvero*
a) c'azzecca qualcosa
b) regge il confronto

un bacio!
Madda

p.s.: fantastica la foto di Ewan qui a lato :P

Silvietta ha detto...

@Cara Madda=^_^, grassie, credo che questo film lo meritasse, mi fa piacere che apprezzi il confronto^_^, che in effetti regge...
Eh per la foto di Ewan, beh, poi ti manderò il servizio fotografico da cui l'ho preso... hai visto che ho riempito il blog dei miei favoriti?Così non sono mai "sola"^_^

Silvietta ha detto...

p.s:e una bacio anche a te ;)

Le Jene ha detto...

Questo film poteva diventare una polpetta indigesta, invece mago Lucas ha trasformato il film in una chicca dove azione, amore e sofferenza si legano con un mix di effetti speciali veramente notevoli.
Per tutta la pellicola ci sono richiami al passato che invitano lo spettatore ad approfondimenti (ad esempio il personaggio del Conte Dooku, oppure il Maestro Jedi Syfo Dias, o come si è arrivati alla divisione fra Lealisti e Separatisti).
Obi-Wan si trasforma in uno 007 che riesce a scovare il nodo gordiano dei piani di Sidious (anche se il tutto si scioglierà nel film successivo) e Anakin da ragazzo diventa uomo perdendo l'amata madre e trovando l'amore.
E Padmè? L'evoluzione del personaggio è ben riuscita, è una donna a tutto tondo, tenera ma decisa allo stesso tempo che scopre l'amore e si arrende al suo bell'Anakin.
Concordo nel dire che c'è una chimica perfetta fra Heyden e Natalie, davvero una bella coppia.
Ho apprezzato molto anche i personaggi di R2 e 3P0, la parte che hanno avuto su Geonosis è una chicca imperdibile.
Un'ultima cosa: se ripenso al "corteggiamento" (anche perchè il ragazzo era molto indeciso) di Anakin mi viene in mente una frase di Shakespeare: il principe delle Tenebre è un vero gentiluomo.
Cosa ne pensi?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...