domenica 11 novembre 2012

Fringe: recensione 5x6


Stavolta cambiamo immagine iniziale ed usiamo questo wall suggeritomi da Krish che si adatta non poco agli episodi che stiamo vedendo.
Al solito SPOILER ALERT
Titolo di questo episodio è un'altra citazione, stavolta letteraria, ovvero "Attraverso lo specchio e ciò che Walter vi trovò" che parafrasa alla grande il seguito di Alice nel paese delle meraviglie
"Attraverso lo Specchio".
Tutto l'episodio in se è una citazione di quel bellissimo romanzo fantasy che personalmente preferisco al primo, forse perché più adulto, misterioso e folle.
Tutto inizia con Walteruccio nostro che trova la cassetta numero 7 (quindi se Dio vorrà forse dovremmo trovare tutti i pezzi nella 5x12 XD) e decide di seguirla andando in un vecchio palazzo abbandonato (che poi la location è sempre la stessa di 6B e degli interni dell'appartamento di Alt Liv), fa un po' di strane manovre ed attraversa lo spe... ops la barriera tra universi.
Mentre accade ciò Peteruzzo si autoflagella rivedendosi all'infinito il messaggio olografico della figlia Etta, giusto perché non è abbastanza depresso XD





Il nostro, probabilmente, sta cercando di tenersi a mente perché si è infilato il chip nel collo, per non farsi risucchiare le emozioni.
Subito dopo arriva Olivia e gli dice che quando si sente triste, deve sfogarsi con lui, che devono aprirsi insieme, così lei lo abbraccia e chiede di vedere con lui il filmato, Peter però le mente sulla ferita al collo, dicendo che è stato preso di striscio da un pelato. Ahi, ahi, ahi.











L'alchimia tra questi due è veramente fortissima.
Tornati al laboratorio, scoprono che Walter è andato via, quindi insieme ad Astrid ne seguono le tracce tramite la cassetta, che è bloccata ad un certo punto, ma la cosa non convince Peter che se la porta dietro con un registratore portatile fino al palazzo.
Insieme lui e Liv attraversano lo spec... ehm il portale mentre Astrid li attende per controllare se arriva qualcuno.
Nel frattempo di là, Walter incontra un poveraccio, Cecil, che pensa di essere rinchiuso lì da pochi giorni, quasi morto di fame e di sete, che si abbevera usando acqua che gocciola da un conduttore.
Walter dimostra un palese menefreghismo per questo tizio, usandolo per i suoi scopi, della serie questo sta diventando strunzu come prima (e lo sa pure lui), tra le altre cose gli fa notare con moooooolto tatto che invece è lì da venti anni O_O!
I due si mettono a girare per il palazzo, che è identico al mondo di Attraverso lo Specchio, con tanto di quadri e mobili capovolti e con i due che camminano sul soffitto e non sul pavimento.
Non c'era però Bianconiglio XD, ah no quello è nel primo!
A questo punto arrivano Olivia e Peter, che fa notare al papino che sulla cassetta c'era altro, che si vede un bambino pelato, che fa parte del piano, un bambino che noi  Fringies conosciamo bene, quello di Inner Child.
Nel fandom si moltiplicano le domande su sto bimbo: è September ? E' Peter? Non lo sapremo mai temo.
E tra le cose che non sapremo mai e che risultano incomprensibili, è il fatto che Walter nella vhs dimostri di conoscere il piccolo, tanto che gli regala gli mms quando lo mette nella stanza per lui, con tanto di aria poco ossigenata, come piace agli osservatori.
Sempre per la serie cose strane, nella vhs rispunta Donald, il misterioso aiutante di Walter nella 5x3, ma ancora non sappiamo chi è, nella vhs si vede solo di spalle.
E Peter vedendo la scena del bimbo chiede a Walter: "ma come fai a non ricordarti di lui? Era un caso a cui lavorammo, fu trovato nei sotterranei" what?? Come potrebbe ricordare Walter, il Walter della nuova timeline, cose della precedente timeline? Però nella vhs le ricorda!
Olivia dice a Peter "Forse lui non ha vissuto la cosa come l'abbiamo vissuta noi" che pure questo non si sa cosa vuol dire, passiamo oltre..
Dopo tanto girovagare si trova la stanza del bimbo, che però non c'è, è sparito nel nulla, Walter si incazza come una iena ed ha una crisi isterica, ci pensa Peter ad andarlo a calmare dicendogli che forse Donald, non vedendoli tornare, ha spostato il bimbo.
Walter si calma e subito dopo Olivia fa notare che c'è una radio sul comodino che però nella vhs non si vede, forse è un segnale di Donald per spingerli a trovarli.
Chi è sto Donald? Belly? September? Il killer di August? Come sopra, forse non lo sapremo mai.
Si decide dunque di tornare a casa ma nel mentre fanno irruzioni Windmark e la sua banda di simpaticoni, dopo un lungo inseguimento, in cui Cecil schiatta (un morto ad episodio in Fringe di questa stagione, una bella media, il prossimo chi sarà? Qui facciamo la fine di Sons of Anarchy e/o Dieci piccoli indiani), Peter riesce a ritrovare la stanza del portale, si porta via Walter che stava rifacendo i suoi strani passi.
Olivia, invece, viene aggredita da un pelato, prova a sparargli, ma la pistola antipelati non funge, con grande sangue freddo lo tira oltre il portale e lo ammazza.
Quanto è tosta sta donna! Me piase troppo!
Recuperata Astrid, colpita a tradimento, si scappa verso casa, Peter fa allontanare i suoi per dar loro un po' di tempo in più e poi duella con un pelato, tra kung fu, pugni e mosse di karate, alla fine il giovane Bishop ha la meglio, usando molto bene i suoi nuovi poteri, ma durante il duello il simpaticone pensa bene di mettergli addosso ancora più paura dicendogli
"So cos'hai fatto. Hai commesso un grave errore. Non sai cosa ti sta succedendo"



Peter, dopo averlo ucciso, si guarda le mani sconvolto, poi recupera la pistola antipelati e passa attraverso lo spazio tempo sotto lo sguardo compiaciuto di Windmark che fa tanto l'imperatore Palpatine di Star Wars in sta scena, solo che Palpatine era più simpatico XD



Questo mi sa che spera di poter usare Peter per sterminare la Resistenza, ma credo che abbia sbagliato a capire: io continuo a vederci la lunga mano di September in tutto questo.
Peter, nel mentre, raggiunge i nostri sulla mono rotatoria, dove Olivia subito gli chiede come ha fatto a trovare il portale, il giovane Bishop fa di nuovo lo gnorri dicendo che non sa, ma è andata bene, se se se.
Si siede poi insieme a Walter, il quale, si rende finalmente conto di come si è comportato con Cecil, di che persona sta tornando ad essere e chiede aiuto al figlio, lo implora di non fargli perdere l'uomo che è diventato grazie a lui, dandogli pure un nome affettuso mai usato prima ovvero Pete. Il ragazzo promette che non lo abbandonerà chiamandolo papà dopo tanto tempo.
E qui mi sono sciolta ç_ç











Scena veramente struggente, che ci mostra ancora una volta questo legame unico tra padre e figlio, dove i due il primo è diventato un uomo migliore grazie al secondo e teme di perdersi e il secondo teme a sua volta di perdersi, a causa del chip, e si appoggia ai suoi affetti ed alle sue motivazioni, per non perdere il suo vero io.
John Noble è un attore immenso, strepitoso ed unico, capace di mostrare i due lati di Walter, uno cinico, arrogante, menefreghista, l'altro fragile, sperduto, generoso e che si pone i mille quesiti.
Questo uomo meriterebbe un monumento per il contributo che sta dando all'arte.
Suo degno allievo Joshua Jackson che rivela i lati inusuali di Peter, il lato oscuro nello scorso episodio, la sua paura e la sua angoscia per i nuovi poteri e per quello che sta diventando in questo, capace sempre di mostrare il lato umano, di Peter, quello del perdono e della riconciliazione.
Anna Torv, con meno scene, dimostra sempre la sua bravura, dando anche lei un nuovo volto alla sua Olivia, donna sempre tosta e ribelle, capace di mettere ko un osservatore, ma anche di aprirsi al suo uomo, cercando di non perdere anche lui.
Moglie e madre, oltre che donna indipendente, Liv è il ritratto di una donna moderna e realistica.
Finale semi angosciante dell'episodio con Peter che fissa sconvolto ciò che gli si para davanti ovvero la vista ad infrarossi del convoglio.
E nel prossimo episodio avremo altri poteri ed altre angosce per il giovane Bishop ed i suoi, che sta cercando di non perdersi ma è anche esaltato dai suoi nuovi poteri.
Qui sotto il promo



Ed un'immagine molto inquietante



Voto a questo episodio: Otto.
Ah ricordo a tutti che il prossimo è l'ultimo prima della pausa del ringraziamento, la 5x8 andrà in onda il 7 dicembre!

4 commenti:

ImpiegataSclerata ha detto...

Davvero una bellissima puntata.
John Noble e Joshua Jackson sono semplicemente immensi e Anna Torv dimostra ancora una volta di essere un'attice super. C'ho un'ansia per le prossime puntate che mi porta via!!!
Brrrrr....

Silvietta ha detto...

@Baba=Anche io, ma credo di aver capito dove vogliono andare a parare. Credo che Peter diventerà una sorta di ibrido e troverà il modo di creare un altro ponte, stavolta metaforico e non tra universi, ma tra pelati ed umani. Su Jackson, Noble e la Torv vedo che la pensiamo uguale ;)

Il cinefilante ha detto...

Il combattimento tra Peter e l'osservatore miha ricordato molto Matrix, così come il finale in cui Peter acquista la vista supriore... Non riesco ancora a farmi un'idea di dove voglia andare a parare il tutto ma la serie è decisamente sempre più intrigante!

Silvietta ha detto...

@Marlucche= bentornata a commentare Fringe! Sì, davvero sempre più intrigante, altro che l'inizio tedioso ( lo capisco con il senno di poi, ma che du palle) della quarta che veniva voglia di uccidere gli autori. Io l'ho scritto un'idea me la sono fatta... e finora vedo che sta andando nella direzione che avevo previsto, morte di Etta compresa, vedremo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...