domenica 1 aprile 2012

Fringe: recensione 4x16

Mio altro urrendo wall stavolta sulla 4x16


Eccoci qui a commentare la mia ossessione!
Ho fatto di nuovo la diretta sabato mattina, esperienza che si sta rivelando sempre più entusiasmante anche e soprattutto perché la condivido con altri Fringe Addicted, in particolare Krishel, Giada, Katia, Stefano e altri.
C'è anche il lato negativo con i devastanti spot d'oltre oceano, che fanno pensare, come dice Krishel, che forse i pubblicitari statunitensi dovrebbero cambiare pusher.
Venendo a noi.
Solito avviso: SPOILER ALERT
Episodio che definire entusiasmante è un un eufemismo.
Tutto inizia con una scena quasi totalmente identica a quanto visto all'inizio della 1x13, stesso volo, stessi passeggeri, stesso tizio a cui cola sangue dal naso, ma stavolta non si trasforma in bestione subito.
Lo fa nel bagno nell'aeroporto mentre i poliziotti pensano di aver trovato della droga nella sua valigetta, ma tanto è inutile: il bestio/opossum/porco spino/altre cose li fa secchi tutti e due per poi morire anche lui.
Dopo tutto ciò assistiamo ad un colloquio tra Olivia e la versione over here della "simpaticissima" psicologa vista nella 3x1 che fa il possibile per farla sentire pazza, facendo domande insinuanti, tra le perle
"Non pare strano?"
E giustamente la nostra Olivia le risponde
"Lavoro nella divisione Fringe: strano è solo una questione di gradi" ( Weird is just a matter of degrees), poi purtroppo Broyles le rompe le scatole facendole notare che ha perso il 40% dei suoi ricordi, non sapendo che la sorella Rachel è ancora sposata con Greg ( e pure noi sapevamo che erano divorziati O_o)ed oltre ad Ella, hanno avuto Eddie, come, pare, il nonno di Rachel e Olivia, ma anche come Big Eddie, che era colui che procurava dei lavoretti  a Peter nel suo periodo pre Fringe Division.
Così la nostra Olivia si trova messa in aspettativa, torna a casuccia sua abbastanza abbacchiata, qui trova il suo bel fidanzato Peter che le sta preparando la cena e resta male nel vederla così.
E' però entusiasta all'idea di una vacanza, magari in Vermont, loro due davanti al camino, con un bel tappeto: magari *_*...
Invece mentre stanno per magnare chiama Lincoln che ha bisogno di Peter visto che nel rapporto che il nostro Bishop Jr aveva fatto qualche mese fa nominava il bestio, il volo ecc ( ammazza che memoria Peter: si ricorda tutti i casi a cui ha lavorato? Vabbè 190 di Q.I.!)..
Lui non vorrebbe andare, Olivia però gli dice che è giusto, che lo aspetterà e purtroppo noi non vediamo il seguito della loro cenetta.
Peter va in laboratorio e mentre parla con il suo ex rivale Lincoln, che ormai se n'è fatta una ragione, arriva Walter con una valanga di regali per Peter, raccontandogli che per superare il lutto della morte del suo Peter, aveva comprato regali per ogni compleanno del suo (presunto) defunto figlio.
Ci sarebbe da dire molto su come come  Walter possa aver comprato i regali del 21 esimo e del 16 esimo compleanno di Peter, considerando che era in manicomio criminale: dubito fortemente che in un luogo del genere permettano di fare spese ai degenti. Non avrebbe neanche senso che li possa aver comprati dopo, considerando che in questa nuova presunta linea temporale vive confinato in laboratorio.
E con quali soldi poi?
Vabbè, passiamo oltre..
La scena è davvero molto molto molto tenera, mi sono letteralmente sciolta, vedere Peter e Walter così uniti, lo sguardo tenero di Peter per i regali del padre, non parliamo poi dell'abbraccio che gli da: Walter non lo ricambia perché è ancora un po' nella fase "non ti merito", ma la sta superando.





Lincoln, benché intenerito dalla scena, richiama Bishop Jr per chiedergli altri lumi sul bestio, intanto Walter  continua lo scartamento, ad un certo punto tira fuori pure una rivista ehm pornografica dicendo "Questo è il regalo per i tuoi sedici anni: pensavo che a quell'età avessi in mente solo le ragazze"... impagabile ^_^.
Da notare che più avanti usa tale rivista ehm per andare in bagno... rimpagabile...
Superati questi adorabili convenevoli ^_^ che ci fanno pensare che il "manicomio" ( e questa la capisce chi si ricorda per bene il pilot) di Harvard è tornato in azione alla grande, Lincoln e Peter vanno all'aeroporto, dove Peter interroga la sorella dell'opossum, la quale tutta lacrimevole, chiede cosa è successo, ma da lei non si cava un ragno ( ehm meglio non usare troppo questa parola in questo episodio) da un buco, anche se Bishop Jr la guarda dubbioso, così i nostri eroi decidono di andare a casa del secondo opossum ( sempre prima stagione: non vi ricordate? Male, si deve studiare di più), dove trovano ad attenderli Olivia, la quale fa una faccia mesta a Lincoln, che non solo deve incassare che lei preferisca Peteruccio ( e come darle torto) ma deve pure non chiamare i rinforzi, lui il capo temporaneo, in quanto se Broyles scopre Olivia collabora all'indagine, succede un macello.
Entrano in casa, tutto buoio, si sentono strani rumori e alla fine Lincoln viene ferito dall'opossum che scopriremo più avanti, sa pure volare: insomma un bell'incrocio di creature bizzarre il nostro bestio che peraltro fa pure i versi di Chewbacca, solo che è molto molto molto meno docile e come sappiamo il buon Chewie non era proprio docile!
Si rientra al laboratorio, Walter ancora impegnato a scartare i giocattoli di Peter, si mette a ricucire Lincoln, mentre Peter fa l'autopsia della prima adorabile bestiola su cui scopre un bel tatuaggio, che Walter conferma essere di provenienza sumera .
Bishop Jr si rende conto che li può aiutare il nostro libraio preferito, leggi Markham, che per ovvie ragioni in questa nuova presunta timeline non si ricorda di Peter e di Olivia, questa possibile gita mette in solluchero anche Lincoln che però non si può muovere visto che deve finire di ricucirsi da solo la ferita.
Mentre la nostra coppietta va da Markham, trovando il modo di attirare le sue simpatie ovvero chiedergli il suo libro preferito ( che per ovvie ragioni Peter sa^^) "Lake of Long Sun" di Gene Wolfe, libro che fa parte della saga "The book of long sun", il nostro libraio preferito, tutto ringalluzzito non appena sente i due (fingere) di confabulare su un misterioso segno che lui non saprebbe decifrare, si dimostra capace di saperne eccome, il tutto mentre fa il cascamorto, per l'ennesima volta, con Olivia, un tantinello schifata dalla cosa e continua ad indicare con lo sguardo Peter ripetendo "sono impegnata".
Si scopre che il segno deriva da un branco di fanatici che vogliono creare una nuova umanità, difatti nel frattempo vediamo una dolce donzella chiacchierare con un altro bestio di turno, dicendo che deve essere orgoglioso che cambieranno il mondo: e poi Walter ed Olivia sarebbero i pazzi... vabbè... sorvoliamo...
e infatti la coppietta sorvola... anzi vola dal tetto visto che il bestio ha pure le ali...
Si passa anche alla Massive Dynamics dove veniamo a scoprire che il progettino deriva da sua malvagità David Robert Jones, che oltre a voler fondere universi, fare attacchi bioterroristi, si diletta a creare dei mostri umanoidi per un'evoluzione dell'umanità.
Un bel pazzo, non c'è che dire: ora abbiamo un novello dottor Moreau^^...
Al laboratorio Lincoln magna di tutto, rubando pure i panini a Walter o meglio il bacon che pare che non gli piacesse prima e si è dovuto pure sorbire una schifoltosa cura del nostro scienziato preferito.
Tra una cosa e l'altra, si è infatti scoperto che il povero Lee è infetto e Walter pensa bene di infierire su di lui due volte, prima dicendo con aria goduriosa " E' contagiato: non è fantastico?" poi facendogli notare quanto sono adorabili insieme Olivia e Peter ( e lo sono davvero), il tutto con un'espressione beata dipinta sul viso e concludendo con "E' perfetto. Non mi ero reso conto di quanto mi mancasse una famiglia" l'agente Lee prova ad abbozzare, così Walter cuor d'oro gli dice che anche lui è perfetto in quanto meraviglioso giocatore di scacchi.
Si scoprono altri casotti, si decide di andare a casa di altri mostri con i rinforzi ( grazie ad Olivia che si è autodenunciata a Broyles) uno dei quali assalta Lincoln che lo fredda, ma viene attaccato dalla dolce donzella di cui sopra e viene salvato in tempo da Peter, così Lee lo ringrazia con un filo di voce "Ottimo colpo"... stranamente, per ora, Peter non è ancora finito in ospedale ( dopo il quarto episodio)... e dire che siamo ben oltre metà della stagione... vabbè...
Lincoln viene curato al laboratorio dove Walter tira fuori un altro regalino per Peter ( essì ormai il manicomio va di buona lena :P), che non appena arriva lo prende entusiasta "Adoro queste cose" ^_^, fantastico!
Arriva poi Broyles, che pare ringhioso al massimo, Olivia tenta di giustificare il suo coinvolgimento nel caso, ma alla fine il nostro capoccia gli fa sapere che è stata reintegrata, che una divisione Fringe senza di lei sarebbe peggio ( incassate anti Olivia!) e le fa i complimenti per il caso.
Tutto e bene ciò che finisce bene?
Ovviamente no perché in alto mare ( ma potrebbe essere pure l'oceano per quello che ne sappiamo) spunta una nave stracolma di tutti i mostri delle passate stagioni, da 3-4 esemplari del bestio passando dai vermoni della seconda stagione, poi un ragnone gigante e un bell'ibrido... una bella arca di Noè...
E non dimentichiamoci che la sorella del primo bestio/opossum ecc, chiacchiera amabilmente con un simpaticone, dicendo che loro saranno due nuovi Adamo ed Eva e poi si iniettano il virus che li trasformerà in nuove creature!
Insomma tanta carne al fuoco, nuovi progetti di Jones, il trio riunito felicemente folle, a cui si è aggiunto un Lincoln un tantinello abbacchiato che però prova una grande ammirazione per il suo ex rivale e viceversa, il che ci porta a pensare che nascerà una bella amicizia nonché un possibile rapporto maestro allievo date ehm le particolari abilità di entrambi: da rivedersi il dialogo in macchina tra i due.
E non scordiamoci che Peter ha pure detto chiaramente che questa è la sua timeline, quantomeno sia a Lincoln che ad Olivia, non credo che lo abbia fatto con Walter ( che probabilmente non ha bisogno di saperlo), il nostro ragassuolo Bishop Jr è tornato a lavorare nell'ombra come un vero leader e come piace a lui.
La storyline di Peter c'entra con quella di Jones? Sono pronta a scommettere di sì.
Nel prossimo episodio si torna over there, un episodio Lincolncentrico, dove comunque Peter e gli altri seguono l'agente Lee dellà per un caso che coinvolge entrambi gli universi!
Rivedremo l'altro Agente Lee, rivedremo Alt Livia, rivedremo Walternate che chissà che faccia farà nel vedere di nuovo Peter: non si chiederà perché non è tornato a "casa"? Ma soprattutto non vorrà testare le sue capacità di leader un'altra volta?
E ovviamente rivedremo Alt Broyles che ha sempre più la faccia del traditore, temo che forse non abbia molte giustificazioni il suo essere alleato di Jones.
Qui sotto il promo della 4x17 intitolato "Everythings in its right place" che significa più o meno "Ogni cosa al suo posto"...
Voto della 4x6: Nove!

4 commenti:

ImpiegataSclerata ha detto...

Bella recensione per una bella puntatona.

Silvietta ha detto...

Grassie ^_^

Step9012 ha detto...

complimenti.. :D Bella recensione.. :D in particolare la parte dove compare il mio nome.. :P li è l'apice.. eheheheheh
Comunque sia credo che Big Eddie non c'entri nulla col nipotino di Liv.. almeno lo spero.. eheheh

Silvietta ha detto...

Grassie per i complimenti Step ^_^! Eheheh mi pareva giusto nominarti! Sabato mattina ci siamo divertiti un casino!
Beh su Big Eddie e il nipotino di Liv ho una mia teoria contorta XD

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...