giovedì 26 aprile 2012

Fringe e i libri molto particolari




Buon giovedì a tutti!
E per la serie l'angolo del lettore e della Fringe Addicted ( cioè ormai sempre :P), il nostro amato telefilm ci suggerisce alcune letture di libri molto particolari e poco conosciuti, da noi si intende, all'estero sicuramente sono più conosciuti.
Lo splendido Blog Fringe Mythology ci fornisce una carrellata di alcuni di questi letture insolite con tanto di trama e con tanto di riferimenti agli episodi.
Eccovi l'ultimo elenco e mi raccomando fate un giro su quel fantastico blog: merita^^!



Fringe bookshelf - part 3


Se incontri il Buddha sulla strada, uccidilo! - Sheldon Kopp, 1974
“Sei libero di fare qualsiasi cosa tu voglia. Devi solo affrontarne le conseguenze.”
In 3.10 Firefly Peter dice a Olivia che è il suo libro preferito perchè “parla di come non dipendere dalle altre persone per avere risposte.”
 

Winter's Tale - Mark Helprin, 1983
Il personaggio principale è Peter Lake, che è stato definito come un’allegoria del Messia cristiano. Mentre sta per rubare in una casa incontra Beverly Penn e si innamorano. La donna muore di tubercolosi ma non scompare mai dalla vita di Peter, proteggendolo fino alla fine. Durante la fuga dall’uomo di una gang, Peter e il suo cavallo spariscono in un muro di nuvole per molti anni. Al suo ritorno non sa più chi è e quale sia il suo posto nel mondo. Nel caos apocalittico di una New York in fiamme Peter raggiunge le sue reali potenzialità e, capace di fare miracoli, sacrifica la sua vita per far risorgere un bambino e cambiare le sorti del mondo.
In 3.15 Subject 13, la giovane Olivia sta leggendo questo libro quando il patrigno glielo strappa di mano e le intima di andare a letto. Fuggendogli attraversa per la prima volta gli Universi.



“Carroll's cosmology”
In 4.06 And Those We've Left Behind, Walter chiede la sua copia del libro di Carroll a Peter. Forse si riferisce a "From Eternity To Here: The Quest for the Ultimate Theory of Time", un popolare libro di cosmologia pubblicato nel 2010 in cui Carrol affronta un fondamentale principio fisico ancora aperto: la freccia del tempo.

 


Lake Of The Long Sun - Gene Wolfe, 1994
E’ il secondo volume della tetralogia "The Book of the Long Sun". La saga inizia con il tentativo di Silk di salvare il suo tempio dalla distruzione da parte di un efferato signore del crimine. La serie ha un seguito: "The Book of the Short Sun".

In 4.16 Nothing As It Seems, Peter e Olivia stanno cercando il libro da Markham ma è solo una scusa per avere la sua attenzione.

3 commenti:

Valentino ha detto...

A proposito di Carrol, io credo che potrebbe invece tranquillamente riferirsi a Lewis Carrol e che stia cercando "Alice in wonderland". Conoscendo Walter...a voi l'ardua sentenza.

Silvietta ha detto...

In effetti Vale, conoscendo Walter potrebbe anche centrare Lewis Carol, il problema è che il libro di Sean Caroll era quello che teneva in mano Peter nell'episodio, però non si sa mai XD: Walter spesso parla di cose che noi non vediamo

faberfaber ha detto...

ciao a tutti,
mi sono accorto di un piccolo errore, a proposito dei libri citati nell'universo di fringe.
il libro comparso nella puntata 06, della quarta stagione, lì chiamato "cosmology" di Carroll, non è "from eternery to here".
per quanto l'autore sia esistente, il libro non lo è. o meglio, esiste ma sotto un altro nome, e non mi risulta sia mai stato tradotto in italiano; sto parlando di "Spacetime and Geometry: An Introduction to General Relativity".
questo, è il vero libro cui quel cosmology fa riferimento.
fonti:
http://fringepedia.net/wiki/Portal:Books
http://blogs.discovermagazine.com/cosmicvariance/2011/11/14/a-minute-of-time/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...