domenica 25 marzo 2012

Fringe: recensione 4x15


Mio orrendo wall sull'episodio^^: per vederlo grande e leggere le scritte cliccateci sopra!


Eccoci qui a commentare dopo un'attesa a dir poco snervante ( un mese!) l'episodio 15 della quarta stagione di Fringe.
Stavolta a causa della primavera il delirio sarà al cubo.
Al solito: SPOILER ALERT!
L'ho visto in diretta alle 2 di notte, sorbendomi il peggio del peggio della programmazione americana, tra schifezze varie e spot che fanno pensare ai nostri pubblicitari come a dei novelli Shakespeare, questo però non giustifica il basso ascolto di uno episodio così bello!
Puntata che inizia subito con un dialogo molto doloroso tra Nina e Olivia, dove la prima racconta il suo amore per Peter e il suo smarrimento e la sua paura.
Nina, mai così materna e tenera con lei, cerca di appoggiarla.
Olivia fa una tenerezza incredibile, ha paura, si sente angosciata e persa, teme di venire risucchiata da qualcosa di oscuro e minaccioso.

Si passa poi al laboratorio dove Walter, tramite i filmati ricostruiti da un orsacchiotto così simile a quello di Peter ( prima gatta ci cova), scopre che due osservatori hanno portato via September ma lui ha fatto in modo di lasciare qualcosa dentro l'occhio di Peter.
Subito lo chiama e scopriamo che Bishop Jr si stava dirigendo a New York per allontanarsi da tutto e da tutti, Walter non appena lo sa gli dice "Non me lo avevi detto", Peter fa un mezzo sorriso triste riconoscendo in lui il vecchio Walter ( e siamo a due gatta ci cova).
Rientrato al laboratorio, al giovane viene messo uno strano collirio nell'occhio per scoprire che souvenir gli ha lasciato il nostro osservatore preferito, September.
Durante questa operazione Walter loda Peter per aver fatto la scelta giusta di allontanarsi da Olivia, dicendo che lui non sarebbe stato in grado di seguire il suo stesso consiglio e conclude il tutto dicendo
"E' un modo particolarmente ottuso di ammettere che sei un uomo migliore di quanto io non sia"
Peter sorride a quest'affermazione, ripetendo ciò che gli insegnava sua madre
"Einai kalytero anthropo apo ton patera toy." ovvero "Sii un un migliore di tuo padre" e aggiunge che è strano sentirselo dire da Walter.
Nel frattempo è scoppiato il caso del killer delle coppie perfette, prima uccide lui disidratandolo ( una scena FAVOLOSA che ci fanno pure vedere in dettaglio, roba da vomitare per un mese a fila) poi crea un composto fatto di ferormoni per concupire le neo-vedove disperate.
Un simpaticone, non c'è che dire.
Sul caso indagano Olivia e Lincoln ( mentre spiace dirlo ma Astrid e Broyles sono ridotti un po' troppo a tappezzeria) che dopo varie indagini riescono a risalire all'assassino e salvare la prossima vittima.
Da sottolineare il grande supporto che Walter da all'indagine scoprendo di cosa è fatto il "profumo" che il killer ha creato, il tutto mentre seziona cadaveri e mangia patatine a mani nude ( ri-ri gatta ci cova) e poi parla di macchina per i waffle rotta ( ri-ri-ri gatta ci cova).
Poco prima di prendere il killer Olivia e Lincoln ascoltano il dialogo di una delle vedove, non così disperata, che rivela di aver sposato il marito per ripiego ( che al college era il suo migliore amico), rinunciando all'amore, i due amici vengono colpiti molto da quest'affermazione e pur non dicendosi nulla, comprendono più che mai di non poter essere nient'altro che amici.
Lincoln, in silenzio, fa un passo indietro, per dignità e per reale amore nei confronti di Olivia, non se la sente di averla così.
E lei non si sente di prenderlo in giro, non lo merita, sa di aver trovato l'amore, un amore che le fa male, molto male, ma la fa sentire migliore, è lo stesso killer ad accorgersi che lei è in amore
"I can smell you are in love"
il tutto dopo aver detto che tutti meritano di trovare l'amore.
Per quanto pazzo e criminale, questo uomo dice una cosa sacrosanta che ha il poter di risvegliare ulteriormente la coscienza di Olivia che decide di andare da Nina e dirle addio, non può perdere Peter, vuole farsi conquistare da lui e da quei ricordi che appartengono ad una versione migliore di se stessa, dice a Nina che la ama come una mamma e di non arrendersi con lei quando avrà dimenticato che lo è.
Insomma: il cuore ha delle ragioni che la ragione non conosce.
E la nostra donna manager preferita tira fuori un coraggio da vera madre
"Incoraggia sempre la felicità dei tuoi figli anche se essa li porterà molto lontano da te"
Grande donna Nina che ama davvero Olivia come figlia sua e sa mettersi da parte per lei, pur di saperla felice.
Nel frattempo Peter è arrivato a casa di September, ha trovato la valigetta ( che ha aperto con troppa facilità), con dentro il binocolo da osservatore e uno strano cellulare che manda un segnale.
Bishop Jr lo segue fino ad arrivare in un bosco da dove spunta il famoso suppostone  della 1x4 ( su cui mi ero sbagliata : non regola la timeline) che subito il nostro ragassuolo porta a casuccia e pure lui in preda a fame compulsiva magna patatine ( dello stesso tipo di quelle di Walter), ma non sezionando cadaveri, no cercando di attivare il suddetto suppostone.
Finalmente ci riesce e pum, spunta una luce blu fino al piano di sopra, Peter sale le scale e si trova di fronte un September rinato e  rinvigorito che lo ringrazia di cuore, il giovane chiede per cosa e il nostro osservatore preferito dice che gli altri lo avevano chiuso fuori dall'universo, ma lui, attivando quel faro, lo ha riportato indietro.
A quel punto Peter dice "Quindi ti ho aiutato. Allora ti prego aiutami.  Ho cercato tutti i modi possibili per tornare a casa e qui nessuno può aiutarmi. Ma tu puoi, so che puoi. Ti prego aiutami a tornare a casa"
September con uno sguardo triste
"Sei stato a casa tutto il tempo"
Peter lo guarda
"Non capisco... sono stato cancellato"
September lo guarda quasi come se fosse un figlio e aggiunge
"Non c'è una spiegazione scientifica, è una questione umana. La tua totale eliminazione non è stata possibile perché le persone a cui tieni non volevano lasciarti andare e tu non volevi lasciar andare loro. Voi lo chiamate amore" il che fa molto pensare alla canzone di Dalla, Caruso "Te vojo bene assai, è una catena ormai", ma anche  e soprattutto alla frase di Eternal Sunshine "Puoi cancellare qualcuno dalla memoria, ma non dal cuore".
Peter che non aspettava altro di sentirsi dire di aver ragione ( tesoro devi imparare a dar retta al tuo istinto che ha sempre ragione, sempre!!) aggiunge
"E Olivia?"
E il nostro osservatore preferito si lascia andare ad un sorriso ( il primo di un osservatore, neanche il dolce August ci era riuscito, lui aveva pianto per la sua dolce ragazza, però)
"E' la tua Olivia" e infine si mette in mano il cappello quasi in segno di saluto e io temo che sia il suo saluto alla serie.
Addio dolce uomo di latta di Fringe, ci mancherai tanto :(.
Peter corre dalla sua Olivia che è andata in città per passeggiare da sola e trovandoselo di fronte, lo fissa incredula per qualche secondo e poi si vanno incontro sorridendo.
Un abbraccio e un bacio che non hanno bisogno di parole, sono insieme, di nuovo, il resto del mondo può attendere un pochino, anzi il resto degli universi e ora potranno affrontare l'ignoto che si spalanca loro di fronte.
"Qualunque cosa accadrà, l'affronteremo insieme" le parole della 4x12.
Ho amato davvero tanto i dialoghi tra Walter e Peter, si vede che il primo sta tornando il vecchio Walter, per mille cose diverse, non solo per quella frase "Sei un uomo migliore di me", i suoi atteggiamenti, i suoi modi, i ricordi latenti.
Peter smarrito, fragile, che ha paura di fare lo stesso errore, che cerca conferme al suo istinto e al suo cuore e "gioca" benissimo a fare l'osservatore, arrivando ad attivare il cilindro chissà come e chissà perché.
September così meravigliosamente umano, tenero uomo di latta ( ricordate il mago di Oz?), che da tutto per questo ragazzo perché ha sentito quanto è speciale anche e soprattutto per le sue fragilità di uomo vero, che sa piangere, sa mostrarsi imbarazzato, è rabbioso e dolce, tormentato e capace di perdonare.
E ribadisco stupendi i dialoghi tra Nina e Olivia, toccanti e strappacuore.
I personaggi principali hanno saputo mostrare il loro lato più umano e vero, adesso ci attende la guerra e sapremo finalmente cosa vuole Jones.
Un applauso va alle magnifiche interpretazioni di Anna Torv, Joshua Jackson, John Noble, Blair Brown e Micheal Cerveris (September): semplicemente strepitosi!
Voto 9,5.
Eccovi due trailer del prossimo episodio, come detto ci attende la guerra, ma abbiamo anche un fatto positivo: Olivia e Peter insieme al laboratorio e Walter non pare affatto dispiaciuto dalla cosa, in compenso abbiamo di nuovo l'attrice che interpretava l'odiosa psicologa over there della 3x1 che tentava di convincere Olivia di essere Alt Livia, qui probabilmente interpreta la sua versione over here e la nostra Dunham è lì per un caso, anche se dubito che rivederla le faccia piacere.







E infine un bel regaluccio, un poster dell'abbraccio e del bacio di Peter ed Olivia.
Alla prossima.




6 commenti:

Il cinefilante ha detto...

Episodio stupendo e commovente. Forse l'unica piccola sbavatura di sceneggiatura è nell'affermazione di Peter "sono stato cancellato". Cioè..... mo di punto in bianco lo capisce solo perché September gli dice che è sempre stato a casa.
Avrei preferito che lui riconoscesse "casa" invece di rinunciare immediatamente alla sua realtà. Comunque la serie si è evoluta veramente in modo eccezionale e la curiosità di sapere cosa si inventeranno gli autori è sempre più grande!

Silvietta ha detto...

In realtà cara Marlucche se ti ricordi all'inizio quando arriva pensa subito di essere a casa e che agli altri era stata cancellata la memoria, poi pensa di non esserci, insomma siamo alle solite: non si fida del suo istinto e tutto nasce dalla sua infanzia, quando gli hanno fatto credere di essere a casa e invece non lo era.
Sul "sono stato cancellato" concordo perché da quello che ne so era stato proprio lui a cancellarsi!
Infine anche io sono proprio in fremente attesa: davvero gli autori, checché ne dicano certi fan criticoni, ci stanno regalando delle chicche stupende!
Per una volta ha ragione la critica "Fringe ha reinventato il concetto di serie tv" e se la Fox non vorrà il rinnovo per la 5a serie, mi auguro sinceramente che la Warner prenda accordi con la HBO: francamente mi chiedo in mezzo alla monnezza della Fox ( ieri c'era uno spot di una schifezza TOUCH con un Kiefer Sutherlad imbalsamato papà del solito bimbetto odioso da abbattere) che ci stia a fare Fringe, ma l'importante che sopravviva

angolo del monologo ha detto...

Premesso che sono un fan sfegatato di Fringe, vi avviso che "Touch" è veramente molto bello e particolare

Silvietta ha detto...

@angolo del monologo= ops non volevo essere così pesante, ma lo spot era proprio orrendo.. grazie del tuo messaggio e viva Fringe!

Valentino ha detto...

Bello. E' l'unica parola che mi viene in mente dopo aver gurdato l'episodio. Certo attesa snervante...
Un taglio a questa quarta stagione di incertezze, alt-linearità e confusione, dei personaggi, ma anche nostra credo. Linee temporali che sono piovute come la manna dal cielo nel deserto del Sinai, situazioni strampalate e personaggi caratterialmente diversi, ci hanno portato, molte volte alla convinzione che questo momento non sarebbe mai arrivato. E invece eccoci qua, a casa. La rivelazione di September, finalmente, ha permesso ai nostri due amanti di potersi riunire e ha parmesso a Peter di capire che da casa lui non si è mai mosso. D'altra parte lui l'intuizione l'aveva avuta subito, ricordate quando disse qualcosa a proposito del fatto che avevano cancellato la memoria di lui stesso? Poi ha cambiato opinione, si è fatto influenzare, ma September da buon osservatore-attore (nel senso di colui che agisce), ha messo tutto a posto. Oddio, non è che con questa cosa avrà combinato un'altro dei suoi casini e ci aspetta una terribile piaga che dividerà ancora Olivia e Peter?

Silvietta ha detto...

Concordo con te Vale: ci hanno fatto penare un po' troppo con episodi davvero inutili e a me come sai il 4x14 era piaciuto assai, ma alcuni di questa stagione erano proprio inguardabili, il 4x7 era osceno.
Speriamo davvero che il nostro Septy non combini un altro dei suoi casini, ma sono fiduciosa, piuttosto temo di più gli altri osservatori, Jones e il bestione che rivedremo nel prossimo episodio.
Ah aggiunto un secondo trailer nel post sopra;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...