domenica 12 febbraio 2012

Fringe: recensione 4x12



Buona domenica fringine e fringini.
Puntuale come un orologio svizzero arriva il mio delirio, stavolta più delirante del solito, sull'episodio settimanale di Fringe.
Solite avvertenze: SPOILER ALERT!
Puntata che definire spettacolare o capolavoro, (citando le parole della recensione di Newton su Fringe Italia) è un eufemismo.
Capace di superare anche le mie aspettative che pure erano già alte quando avevo visto, in dicembre, le foto dal set.
Altro che episodio Filler, questo è un episodio con i contro fiocchi legato a doppio filo alla trama principale sia per quanto riguarda i rapporti umani sia per quanto riguarda i piani malefici del redivivo Jones, che pare divertirsi tantissimo a causare guerre e disastri.
Tuttavia andiamo per ordine.
Prima si comincia con il sogno di Olivia e che sogno cari miei, un sogno di una sensualità ed di un erotismo incredibili, senza un briciolo di volgarità, la nostra naturalmente sogna di fare l'amore con Peter e devo dire che i due avevamo molta fantasia, se quello è un ricordo e sono propensa a credere di sì, nonostante la spalliera XD ( lo so quale spalliera? In effetti c'è un fan spagnolo che straparla di spalliere, ma io pur avendo visto la scena quella decina di volte, non l'ho notata XD).
Confermo che tra la Torv e Jackson c'è un'alchimia sessuale incredibile, sprigionano erotismo da tutti i pori quei due insieme.
Purtroppo Olivia viene svegliata dal telefono e chi la chiama? Peter che tutto serafico, ignorando cosa lei stesse sognando ( e per me lo sogna da mesi, zozzona XD), le chiede di passare al laboratorio perché hanno fatto grandi progressi con la macchina per riportarlo a casa, nella sua linea temporale e hanno bisogno di lei per una cosa.
Arrivata al laboratorio viene prima accolta da un fantastico aperitivo inventato da Walter, chiamato credo "Rotolino alla cannella" o qualcosa del genere, poi le fanno vedere che Walter ha creato un dispositivo sul profilo genetico di Peter e che ora serve collegarlo alla macchina, ergo serve il permesso di Broyles, perciò hanno chiamato Olivia, in modo che lei glielo chieda^^.
Nel frattempo la divisione Fringe viene chiamata vicino a Westfield, paesino del Vermont, dove è cascato un aereo e tutte le macchine di passaggio hanno smesso di funzionare.
Arrivano Broyles, Olivia e Astrid che continua a chiamare al laboratorio Walter (ricordate? E' chiuso lì da mesi, in una sorta di clausura volontaria) per chiedergli lumi.
Durante l'ennesimo tentativo a vuoto, la nostra assistente preferita sente da dietro la voce dello scienziato pazzo più adorabile del mondo che dice "Abbassa i decibel signorina" XD!
Tutti si voltano: Walter è lì insieme a Peter!
Occhi spalancati del gruppo, con Olivia che va da Peter
"Oh grande lo hai convinto ad uscire"
Il giovane Bishop risponde quasi imbarazzato
"Non guardare me, è un'idea sua".
E' proprio vero che questo ragazzo non si accorge della sua influenza positiva sulle persone, ma è meglio così^^, noi lo amiamo anche per questo.
E a dimostrazione di come Walter sia tornato Walter ( a proposito bentornato *_*) dopo essersi messo a trafficare sul perché e il per come le macchine si sono fermate, ovvero eccesso di elettromagnetismo, invita Olivia e Peter ad andare magnare una bella torta al rabarbaro in un bar che lui e solo lui ha visto ^_^.
Ditemi come si fa a non amare un personaggio così?
Così i nostri tre eroi vanno al bar, ma subito inizia qualche casino, il cellulare non prende, il padrone della tavola calda prima è tutto gentile con Walter, offrendogli pure la torta, poi lo insulta, poi torna gentile, infine lo aggredisce con un bel coltello.
A migliorare la situazione già "rosea" Peter nella dispensa, vicino al bagno, trova un poveretto accoltellato, tale Cliff, mentre prova a tirarlo su sente le urla spaventate di Walter che lo chiama, il ragazzo corre fuori e prova a salvarlo dalla furia omicida del barista, ma viene aggredito a sua volta e per fortuna arriva Olivia che uccide lo psicopatico.
Walter spaventato a morte va a vedere se Peter sta bene, aiutandolo a rialzarsi.
Inizia così una mirabolante avventura a Westfield, con atmosfere alla Twin Peaks, Silent Hill e X-Files, dove i nostri eroi restano bloccati tanto da non riuscire ad andarsene, girando a vuoto con la macchina.
Cliff racconta loro che la gente ha cominciato ad impazzire, con ricordi non propri, aggredendo gli altri senza motivo e i che pochi sani di mente si sono rifugiati nel liceo locale.
Ad Olivia tutto ciò ricorda il caso di Edina, seconda stagione, che in teoria non dovrebbe ricordare, infatti quando ne parla a Walter lui la guarda stranito, quando poi Peter le dice che ad Edina indagò con i suoi Walter ed Olivia, lei, credendoci poco, dice che probabilmente lo ha letto nel suo rapporto.
Mentre arrivano al liceo Cliff chiede a Walter se Peter è suo figlio e Walter risponde "In un certo qual modo sì" e qui gatta ci cova, dato che questa è proprio la risposta che darebbe il Walter che conosciamo, non la larva degli ultimi mesi.
Arrivati nel loro rifugio, i nostri scoprono che una del gruppo è andata fuori di melone pure lei, parlando, a seconda dei momenti, di marito morto e vivo.
Dopo varie elucubrazioni Walter comprende che la Westfiled this side e quella other side, si stanno fondendo causando questi squilibri nella gente che si ritrova con personalità e cromosomi doppi, in sintesi un po' quello che successe nella 2x14, "Jacksonville", citazione non casuale per me, ma ne parliamo dopo.
Quindi tra poco verrà distrutto tutto.
Walter va in crisi, non sa cosa fare, Olivia chiede a Peter di parlargli dato che lo scienziato pare ascoltarlo parecchio, Peter dice due parole e Walter inizia subito a partire a macchinetta, morale in cinque minuti padre e figlio... ehm Walter e Peter comprendono la causa (ovvero il minerale rubato da Jones nella 4x9 alla cava) e come salvare i superstiti, il tutto tramite i loro grafici incomprensibili e con la famosa teoria che se stai nell'occhio del ciclone, non succede niente.
Trovano dunque il punto sicuro e portano i superstiti in un camion, dove attendono la distruzione delle due Westfield.
Finalmente arriva Broyles che spiega quello che già sapevamo ovvero che la città era minata con vari dispositivi pieni del famoso minerale di cui sopra, naturalmente posizionati da Jones e i suoi, allegria stiamo tornando ai deliri delle prima stagione, stavolta moltiplicati al cubo.
Olivia chiacchierando con Cliff chiede se lui e la sua famiglia stanno bene, lui dice sì e poi aggiunge qualcosa che fa pensare non poco alla situazione di qualcuno:
"Non capisco come sia possibile che la mia casa... tutta la mia vita possa essere sparita nel nulla. Beh non importa, ho soltanto la mia famiglia, qualunque cosa sia l'affronteremo insieme".
Tutto è bene ciò che finisce bene?
Adesso arrivano i botti, l'episodio nel finale ci regala due bombe incredibili.
La prima Walter sta cucinando tutto serafico al laboratorio, Peter lo saluta e Walter fa la faccia offesa
"Ma come ho fatto le crepes"
Peter sorride intenerito e promette che ci sarà un'altra volta, sicuramente il mattino dopo dove avranno il permesso da Broyles per provare il loro dispositivo sulla macchina, Walter fa un'espressione che è tutto un programma
"Certo così continueremo il nostro tentativo di riportarti a casa"... come no... quello nella notte lo demolisce il dispositivo o forse demolisce direttamente la macchina..
Non finisce qui perché Peter mentre sta andando via viene fermato da Walter che pare voglia dirgli qualcosa, poi si ferma e gli da solo la buona notte, Peter lo saluta e pare finita lì.
Peccato che il nostro scienziato pazzo preferito ha la stessa identica espressione di quando gli mentiva nella season 2 a proposito della sua identità, la stessa...
Qui ri-gatta ci cova.
Walter ha ritrovato suo figlio e ora non sa come dirglielo, anche perché mi sa che Peter si incazzerebbe un filino ( beh è stato trattato da Fringe Event, Olivia non lo riconosceva, Walter non voleva guardarlo negli occhi e mo gli diranno: sei casa, non è una diversa linea temporale! Anche io mi incazzerei), però stavolta Walter non mentirà, la lezione l'ha imparata.
Seconda bomba più violenta della prima.
Peter passa a casa di Olivia per vedere come sta, nulla di male, peccato che lei lo saluta offrendogli da bere e poi gli dice "E' venerdì, ho ordinato da Damiano" (cosa che faceva Peter con la sua Olivia, che però è sempre questa solo che prima lei non ricordava) poi lo bacia lasciandolo di stucco, lui si scosta dicendo
"Olivia"
e lei resta malissimo...
Il trailer della 4x13 ci informa che abbiamo capito bene: ha ricordato. E' Peter che deve capire di essere a casuccia.
Dicevamo il riferimento alla 2x14 non casuale, per chi ha buona memoria come me, si ricorderà che alla fine di quell'episodio Olivia capisce che Peter viene da other side, oltre al fatto che appunto come in questo ci fu la fusione disastrosa tra i due universi provocata dal cattivo di turno ( allora era Newton oggi Jones che sa farà le cose "meglio" XD)... ebbene anche qui a fine episodio abbiamo appunto due belle bombe come dicevamo.
Cosa succedeva poi dopo Jacksonville?
Walter raccontava la verità ad Olivia, ebbene io penso che nella prossima ci saranno altre rivelazioni scioccanti e stavolta saranno fatte direttamente a Peter, non solo ad Olivia.
Naturalmente voto dell'episodio 10: il migliore della stagione.
E bentornato al trio delle meraviglie Walter/Peter/Olivia, grandissimi in tutte le scene Noble, Jackson e Torv!
Al solito qualche video del prossimo episodio

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...