giovedì 12 gennaio 2012

Incidenti "Strani"

Buona sera a tutti.
Negli ultimi giorni avrete sentito di vari incidenti con bimbi ammazzati vicino alle scuole a causa di manovre automobilistiche azzardate.
Non sono i primi casi e non saranno gli ultimi.
Quello che a me lascia veramente perplessa è la mania della velocità in luoghi non consoni.
Ad esempio, di fronte al mio cortile c'è una strada piccola dove c'è il divieto di superare i 30 all'ora e invece da sempre le macchine che vi passano sfrecciano oltre i 90.
Succede qui, succede nella strada di fronte alle scuole e succede in vari parcheggi della zona.
Io non metto in dubbio che chi causa certi incidenti non voglia uccidere nessuno, però se si evitasse di volare  nei parcheggi e nelle strade con divieti specifici, ecco certe cose non accadrebbero.
Poi non so, ragionerò male io.
Ciao a tutti, Silvia

2 commenti:

AlexPortman80 ha detto...

Buongiorno Silvia! Anche io rimango senza parole di fronte a queste notizie: tra l'altro non penso ci siano ondate di avvenimenti simili, saranno i media che in certi periodi danno più risalto a fatti che accadono con una frequenza pressochè costante. Il problema della velocità, soprattutto nei centri abitati (a pure fuori), non dovrebbe essere per nulla sottovalutato: ricordo nel mio paese, un po' di tempo fa, che un'auto finì la sua corsa contro un negozio dopo aver sfrecciato, contromano per di più, a 130 km/h. Per fortuna niente vittime, essendo notte fonda. E se avesse ucciso qualcuno? Ecco perchè per non cambia se ci scappa il morto o no, il comportamento è il medesimo. Poi manco io penso ci sia sempre la volontà di far male agli altri, ma in un caso come il suddetto è difficile sostenere il contrario: si sa benissimo, almeno se si ha frequentato una scuola guida, che all'aumentare della velocità cresce più che proporzionalmente lo spazio di frenatura. E comunque un omicidio colposo, seppur non volontario, dovrebbe essere punito: e qui potrei aprire la parentesi della giustizia in questo paese, oltre alla scarsità di controlli (ok che il personale costa, ma basterebbe copiare altri paesi, in cui le strade sono monitorate ogni x metri da telecamere), ma sarebbe troppo lungo...

Silvietta ha detto...

Caro Alex, come hai ragione, l'omicidio colposo andrebbe punito, ma ahimè qui se ti becchi meno di 3 anni vai ai domiciliari. E appunto che ci scappi di mezzo il morto o meno, uno dovrebbe imparare, da prima, a rispettare certi limiti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...