giovedì 8 ottobre 2009

"Van Helsing" di Stephen Sommers

Van Helsing



[Van Helsing, USA, 2004, Azione, durata 145'] Regia di Stephen Sommers
Con Hugh Jackman, Kate Beckinsale, Richard Roxburgh, David Wenham, Silvia Colloca

Mio Voto: **


Mia Recensione con spoiler



L'antenato o la fonte di ispirazione di Twilight?
Inizio con il dire subito che a me i blockbuster hollywoodiani non dispiacciono, non ho nulla contro Hugh Jackman né Kate Beckinsale, né David Wenham (che fu un credibile Faramir nella trilogia de "Il signore degli anelli" di Peter Jackson ) né tantomeno contro Richard Roxburgh ( che come vampiro non è poi malaccio e per la cronaca fu anche il Duca nel famoso musical Moulin Rouge!! ) e neanche Stephen Sommers lo trovo così pessimo, i suoi "La mummia" e "La mummia - il ritorno"erano gradevoli, soprattutto il primo, il terzo ancora mi manca.
Comunque... comunque... ieri sera avrei voluto vedere "Una scala per il paradiso" ma impegni vari mi hanno fatto tornare a casa tardi, ergo quando finalmente mi sono ritrovata libera, erano le dieci passate, così mi sono messa a vedere questa roba su Italia1.


E' difficile trovare un commento adeguato tra: Dracula, morto e contento (mi si perdoni la citazione a Mel Brooks ), con tanto di prole al seguito, generati, pare, dopo copulazioni varie... come fa un morto, anzi un non morto a riprodursi resta un mistero, però ammetto che è piuttosto suggestiva la scena dei seimila (o centomila? )pipistrelli-figli che svolazzano di qua e là... alla faccia: virile il nostro non morto... ma quante ne ha ingravidate nel corso dei secoli? E chi ha ingravidato?Le vampire o le umane?
Da rimarcare anche la figura dell'eroina di turno, la nostra pronipote dell'antenato di Dracula(la Beckinsale che è mille volte meglio in "Underworld), ergo pronipote pure del suddetto Dracula, vestita come sempre come un lap-dancers, con i capelli al vento e manco un'increspatura e naturalmente quando piglia botte(di solito contro pietre e marmi: roba da fratture multiple)il sangue cola in punti strategici per non rovinare la bellezza, anzi per sembrare quasi un trucco...
E da ricordare il nostro Van Hensing (Jackman ), che, complice il suo interprete sembra, anzi è un misto tra Wolverine e l'uomo-lupo(con tanto di maledizione+antidoto), che poi Wolverine in qualche modo è anche un uomo lupo, ma vabbè...
In più abbiamo il fraticello mandato dal Vaticano, naturalmente fifone e saccente(il povero Wenham), che aiuta i nostri due eroi a districarsi nei vari misteri(???)e ordina di sterminare sia Dracula che Frankestein, qui amico del dottor Van Helsing, e naturalmente pure buono.
Tra le scene più "belle" quella del gran ballo di Dracula con la pronipote di cui sopra in mezzo a presunti nobili, che poi si rivelano tutti essere vampiri che spalancano le loro belle boccucce per mostrarci i loro bei canini, ma alla fin fine non fanno niente: non ci sono più i vampiri di una volta.
Questo anche perché il nostro conte (che qui chiamano Dracula e basta: neanche un po' di rispetto, tze! ) può essere ucciso o dopo lo sterminio delle sue creature(e quindi non basterebbe un'eternità per farli fuori tutti considerando che il loro numero varia di volta in volta)oppure dall'uomo lupo=_=, quindi il nostro dottore Van Helsing, che a quanto pare è pure mezzo immortale (considerando che ha circa 400 anni! )oltre ad essere la mano di Dio (non un Novello Maradona, eh... ), in quanto avrebbe ucciso il nostro cattivone, così da spingerlo ad un patto con il Diavolo per rimanere immortale... lo so, lo so, vi è venuto il mal di testa... dicevamo il nostro dottorino, anzi dottorone-uomo lupo-mano di Dio ecc è l'unico che può uccidere il cattivone(che peraltro è pure più simpatico di lui), così segue dura lotta e poi Dracula viene ucciso da un morso dell'uomo lupo, che però quando è trasformato non capisce più niente, così il fraticello (che ha deciso di salvare Frankestein contravvenendo agli ordini del Vaticano ) sta per impalettarlo dato che senza antidoto, la maledizione lincatropesca potrebbe durare in eterno, ma soprattutto vuole impalettarlo perché sta per ammazzare la sua bella che gli sta infilando l'antidoto=_=.
Morale il fraticello viene fermato prima, ma l'antidoto è entrato dentro solo che la bella è schiattata nella collutazione, segue frase tristissima "Anna è morta" del frate, non del dottore, che si limita ad urlare lupescamente.
Le memorabile pellicola finisce con il funerale dell'eroina su una pira, bah, con visione dell'eroina in Cielo con parenti ed antenati vari finalmente liberi dalla maledizione di Dracula, visione visibile solo all'eroe che si rasserena che va via a cavallo con il fraticello mentre il Frankestein era già andato via in barca a remi osservando la pira funebre!
Ora, io non so perché ad Hollywood è tornata la mania dei vampiri, non so perché gli sceneggiatori si divertono a demolire miti vecchi di secoli, che peraltro nemmeno conoscono, non so perché non ci sia più in giro la Hammer che almeno faceva seri film horror, ma tant'è, da film horror siamo passati all'azione pura con il solito eroe tamarrissimo ( può chiamarsi Van Helsing o carciofo la sostanza non cambia ), con la solita bellona di turno, un po' sfigatella, ma vestita all'ultima moda, con il solito consigliere prima fifone poi eroe, con il cattivone super cattivone, che tra tutti è quello che almeno ha un po' di ironia...
Non mi intendo di sceneggiature, non conosco tutti i miti della terra, ma ho un tremendo sospetto: la nostra Meyer deve aver attinto a questo capolavoro filmico

Sulla trama

L'eterno lotta tra Van Helsing e Dracula, tra lupi mannari, Frankestein, pronipoti buone di Dracula e moglie cattiva di Dracula, fraticelli usciti direttamente da Mel Brooks, nonché centinaia di migliaia di pipistrelli-figli del vampiro

Sulla regia di Stephen Sommers

Noiosa, pasticciona, casinista, troppo fumettare

Sull'interpretazione di Hugh Jackman

Non capisco perché deve ostinarsi a fare Wolverine in tutti i film d'azione che fa: non che sia un attore fenomenale, ma almeno una qualche espressione diversa sembra saperla fare.

Sull'interpretazione di Kate Beckinsale

Torni da "Underworld" subito, dove il suo personaggio è profondo, senza essere pesante, ironico, senza essere pagliaccio.

Sull'interpretazione di Richard Roxburgh

Il nostro Dracula morto e contento è l'unico che fa simpatia, non che brilli di chissà quale carisma, ma se la cava...

Sull'interpretazione di David Wenham

Da Faramir ad assistente fraticello saccente e fifone di uno pseudo-Van Helsing...

Sull'interpretazione di Silvia Colloca

Bah... si impegna... certo la sua vampira fa ridere...

Sulla colonna sonora

Ribah...

Cosa cambierei

Quasi tutto...


Trailer originale

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...