lunedì 8 giugno 2009

"Senza Apparente Motivo" di Sharon McGuire












Senza apparente motivo


[Incendiary, Gran Bretagna, 2009, Drammatico, durata 96'] Regia di Sharon Maguire

Con Michelle Williams, Ewan McGregor, Matthew Macfadyen, Sidney Johnston, Jonathan Andrews, Ehti Aslam, Sasha Behar, Robin Berry, Gavin Brocker, Nicholas Courtney



  Mio Voto:  **

Mia Recensione con spoiler


ERA DA TEMPO CHE NON ASSISTEVO AD UN ABORTO SIMILE...
Ho visto questo film solo ed esclusivamente perché, dopo aver visto Ewan McGregor così bravo in "Angeli e Demoni", volevo vederlo in azione di nuovo: forse era meglio che andavo di nuovo al cinema e mi rivedevo "Angeli e Demoni"... cosa che farò sicuramente appena posso...






Allora partiamo dal fatto che secondo me il film parte benissimo, la prima mezz'ora è davvero bella(ed è solo per quello che non gli dò una stella), si vede la vita di questa donna, tra famiglia e casa, che perde la testa per l'affascinante broker, ma si sente una strana atmosfera di minaccia, assolutamente adatta alla pellicola, che in teoria(moooolto in teoria) dovrebbe essere un thriller.
Quando succede il fattaccio, come è noto, la Williams e McGregor stanno copulando sul divano di casa con acceso il televisore che è sintonizzato sul canale della partita a cui stanno assistendo il marito(cornuto e mazziato) della signora e il figlio, quando si vede un'esplosione terrificante allo stadio e poi va via la linea del programma.
Ecco, da qui in poi, il film degenera.
Partiamo dal primo fatto, che di per sè, è abbastanza una scemenza considerando le altre, ma vale la pena di notarlo: come ovvio che sia appena vedono quello che sta succedendo, i due si fermano, quello che io trovo davvero assurdo è che la Williams pensi a coprirsi il seno mentre sa che il marito e il figlio potrebbero essere morti...
Ma questa gliela passiamo visto che il film contiene altre perle..
Dopo essere andata giustamente nel luogo dell'attentato e rischiato di farsi ammazzare pure lei, quando l'amante la va a trovare e la vuole accarezzare, lei si ritrae piena di sensi di colpa e la cosa ci può anche stare.
Quello che non ci può stare è che se una persona ha i sensi di colpa per aver tradito il defunto(unico momento in cui sta donna assurda ha un pensiero per il marito), non può poi farsi allegramente trombare da uno dei capi dell'anti-terrorismo: giustamente l'ex amante gli rinfaccerà la cosa, ma andiamo avanti eh...
Ora il film prosegue per un'ora buona solo e soltanto sulle seghe mentali di questa qui, in controluce vediamo le indagini(che mica svolge l'anti-terrorismo, no, le svolge il personaggio di McGregor, che oltre che broker, si improvvisa detective a tempo perso e naturalmente ne sa più di loro), moooolto in controluce vediamo il dolore di una città ferita, non vediamo le reazioni degli altri parenti dei morti e feriti coinvolti nell'attentato e così via: ora a me va benissimo l'introspezione psicologica, ci mancherebbe, ma che senso ha fare un film su un attentato a Londra, di immani proporzioni, se poi per tutta la durata non vediamo altro che le reazioni di una pazza?
Che poi è proprio pazza, eh, oltre alla storia dello scambio di amanti, la signora pensa bene di seguire la moglie del kamikaze(ovviamente l'idendità del kamikaze è stata scoperta dal personaggio di McGregor =_=), così da conoscere il figlio e ucciderlo, lo dice lei, eh ... vuole vendicarsi, solo che dopo averlo pedinato ed esserne diventata amica, si è affezionata a lui perché gli ricorda il figlio(sottolineo il figlio: le sue seghe mentali sono solo per il figlio, del marito non frega una cippa).
E qui assistiamo ad un'altra assurdità.
Un giorno il povero bimbo si vede sui giornali la foto del padre accusato di essere il kamikaze, al che disperato va in tilt e si mette a scappare da lei( non ho capito benissimo perché, essendo in inglese) in stazione e qui la polizia inglese ci fa una figura che più barbina non si può: si mette ad inseguire il bimbo, pensando che sia un kamikaze, ora va bene che c'è appena stato un attentato, va bene che sono tutti nervosi, ma che i poliziotti si mettano ad inseguire un bimbo perché corre in stazione =_=, mi pare davvero troppo.
La creatura viene salvata dalla nostra madre coraggio, che si piglia una pallottola nella schiena e non muore(e non perde nemmeno il bambino che poi si scoprirà aspettare), purtroppo...
In ospedale la vanno a trovare i due amanti, quello vecchio e quello nuovo: quello vecchio, ormai detective a tempo pieno, ha scoperto che il nuovo è collegato all'attentato allo stadio e qui ancora una volta ho sperato che a lei finisse una pallottola in testa, ma purtroppo niente.
Quando lei sbatte in faccia al tipo la verità, lui, oltre ai soliti deliri di ordinanza, le fa capire che l'ama (ahahahahahah: ma almeno fate un personaggio serio no?Era più bello se la stava prendendo in giro), lei lo sfanculizza e lui(quello che non ha esitato a far saltare in aria uno stadio eh)non fa niente, non finisce manco in galera peraltro...
Dopo qualche altro delirio da parte di lei che pensa che suo figlio sia tornato e quindi si mette a giocare con lui(in realtà sta giocando da sola)e un suo folle arrampicamento sul tetto, la signora si riprende e scopre di essere incinta, suppongo del primo amante, (ma non sono sicura) dato che la va a trovare in ospedale, dopo che lei partorisce, oltretutto ehm non credo di aver mai visto un bambino tanto brutto: sembrava il fratello brutto di Rosemary's baby...
La mia domanda è: il romanzo è così cretino? Spero di no...
Oltretutto un film che è un thriller dovrebbe mostrare indagini, inseguimenti, pedinamenti, invece tutta una serie di inutili assurdità con i deliri, sia chiaro io adoro le cose intimistiche, ma se è un thriller, si dovrebbe dare spazio anche alle parti di azioni(e ve lo dice una che odia gli action-movie)e poi che senso ha mostrare un attentato a Londra se poi vediamo POCO E NIENTE delle reazioni della città?

Voto 2 stelle, solo perché son buona, ma ne meriterebbe una...

Sulla trama

Dopo un attentato allo stadio di Londra dove perde marito e figlio, la vita di una donna, moglie insoddisfata ma madre felice, viene completamente stravolta.
Da notare che il romanzo fu scritto prima degli attentati di Londra del 2005...

Sulla regia di Sharon Maguire

Assurda, vuota, senza senso, si perde in scemenze, pur avendo in mano uno spunto succoso...

Sull'interpretazione di Michelle Williams

Pessima a dir poco : qui è una triglia lessa, sembra una Gwyneth Paltrow dei poveri e poi, ehm, non è per fare dell'anti-americanismo, eh, ma vorrei capire perché prendere delle attrici americane per fare una donna inglese, se poi manco sanno parlare l'old-british, oltre tutto si vede lontano un miglio che è americana, almeno la Zelweger in "Bridget Jones"(nel primo eh) era credibile...

Sull'interpretazione di Ewan McGregor

Si salva solo lui(amante e poi detective tutto fare O_O: la squadra anti-terrorismo non fa nulla, se non grazie alle sue scoperte), con una performance appena appena appena appena decente, ma certo non agli ottimi livelli di "Angeli e Demoni"...

Sull'interpretazione di Matthew Macfadyen

Anche lui è pessimo...

Sulla colonna sonora

E chi se la ricorda?

Cosa cambierei

Da mezz'ora in avanti: troppe scene personali, troppi deliri e poco spazio per una città ferita



Trailer italiano:

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...