venerdì 27 novembre 2009

"Prima dell'alba" di Richard Linklater

Prima dell'alba

[Before Sunrise, USA, 1994, Sentimentale, durata 100'] Regia di Richard Linklater
Con Ethan Hawke, Julie Delpy, Andrea Eckert, Hanno Poschl




Mio Voto: 5 Stelle



Mia Recensione:

Scoprii questo film per caso, leggendo la trama su un giornale di cinema, mi affascinò subito, mi piaceva questa idea che due ragazzi di posti così lontani, iniziassero a parlare su un treno, aprendosi il cuore e l'anima vicendevolmente.


Quando lo vidi la prima volta (era l'autunno del 1995, me lo ricordo ancora) ne rimasi a dir poco folgorata perché era sì una storia d'amore, ma fatta di sincerità, spontaneità, senza maschere né filtri, i due, per qualche strana ragione, forse per la magia di uno sguardo o per la magia di Vienna notturna (davvero spettacolare e io l'ho vista dal vivo ed è DAVVERO così! ), si sono aperti, dicendosi di tutto, arrivando a litigare, discutere, farsi una telefonata adolescenziale, amarsi nei prati, ballare e bere nei pub.
Tra le tante splendide frasi che ha questo film ricordo soprattutto quella del poeta bohemienne (molto affascinante anche fisicamente peraltro! ) che vive lungo il Danubio:
"Io porto te, tu porti me, potrebbe essere non so... non mi conosci, non mi conosci, ormai?"
E quella della tenera Celine:
"Se c'è una qualche magia in questo mondo sta nel tentativo di avere un qualche tipo di rapporto con qualcuno, non importa se ci riesci: la risposta è nel tentativo.
Se c'è un qualsiasi Dio non sarebbe né in me né in te, ma in questo piccolo spazio nel mezzo"
Hanno ragionissima Bradipo e diversi critici che questo film ha molte atmosfera di Rohmer!


Sulla trama
Celine e Jesse si incontrano su un treno che sta andando a Parigi e iniziano a parlare di tutto, arrivati a Vienna lui le chiede di scendere per continuare quella splendida discussione: sarà una lunghissima notte, piena di meravigliosi sogni, parole e gesti, una notte davvero infinita.

Sulla regia di Richard Linklater
Ci accompagna attraverso una Vienna magica, misteriosa, sognante e allegra attraverso gli occhi dei suoi protagonisti, Celine e Jesse, che inquadra sempre con un affetto e una tenerezza che stringono il cuore, cosa che fa con tutti gli altri pochi personaggi che entrano in scena, a cominciare dai due artisti di strada fino al poeta bohemienne.
Meraviglioso

Sull'interpretazione di Ethan Hawke
Questo attore, sempre molto molto sottovalutato, prosegue la strada iniziata con "L'attimo fuggente" e continua a parlare di poesia nella vita, con freschezza, passione e tenerezza.
Il suo Jesse è un sognatore, forse un po' cinico, forse un po' rabbioso, ma tenerissimo.
Da ricordare il suo racconto della visione della bisnonna attraverso l'acqua.
E la sua voglia di vivere rabbiosa contro i genitori che lo hanno chiamato sbaglio troppo spesso...

Sull'interpretazione di Julie Delpy
Demolendo, pezzo per pezzo, tutti gli stereotipi della francese perfetta e snob, ci mostra il volto più umano e sognante di una ragazza francese, che alle prese con le mille paure della sua età, trova nell'altro la sua meta vera.
Da ricordare il suo sfogo rabbioso contro la psichiatra psicolabile!

Sulla colonna sonora
Struggente, malinconica, d'atmosfera.
Tra le tante musiche azzeccate come non ricordare Kath Bloom che canta "Come Here" dal giradischi mentre Celine e Jesse prima si guardano intimiditi, poi ballano e infine camminano per Vienna?

Cosa cambierei
Assolutamente niente!





Trailer originale:

La scena con la canzone di Kath Bloom

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...