mercoledì 27 gennaio 2016

Giornata della memoria 2016



Ci sono tante cose da dire su questo giorno e tante che invece non si dovrebbero dire.
La giornata della memoria dovrebbe servirci a ricordare gli scempi passati per non farli rivivere.
Dovrebbe.
E' un periodo orribile perché l'antisemitismo, il razzismo e la paura del diverso aumentano di giorno in giro e i politici si limitano a sfruttare la paura della gente per prendere voti.
Tra le cose che mi fanno più paura vi è la possibilità, purtroppo non remota, che non appena i sopravvissuti dell'olocausto saranno morti, c'è chi si metterà a lottare per dire che erano dei bugiardi.
Già lo stanno facendo, in nome della libertà d'opinione sputano su queste persone che hanno vissuto l'inferno e si debbono sentir definire bugiardi.
Si pensa sul serio di fare del bene a qualcuno negando queste cose?
Facendo la conta dei morti di nazismo e comunismo, Israele e Palestina, Iran e Iran, le due Coree, Vietnam, Siria, Francia, Turchia e potrei continuare all'infinito.
"Ho ragione io perché ho avuto più morti."
Questo non è il modo di celebrarli.
Ma è un modo per sputargli sopra e usarli per la propaganda, per fare altri morti.
Io credo che bisognerebbe fermarsi un attimo a pensare a tutte queste persone, barbaramente uccise e dedicare loro una sincera preghiera o un pensiero che davvero non accada mai più.
Sono stanca di vedere che la storia non sia maestra se non per fare peggio.
Fermiamoci e pensiamo a queste persone.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...