martedì 17 dicembre 2013

X-Men - L'inizio di Matthew Vaughn





X-Men. L'inizio (2011)

[X-Men: First Class, USA 2011, Supereroi, durata 132']
 Regia di Matthew Vaughn
Con James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Rose Byrne, January Jones, Kevin Bacon, Nicholas Hoult, Jason Flemyng, Zoë Kravitz, Lucas Till.

Questo film è la dimostrazione che a volte basta un onesto mestierante come Matthew Vaughn per fare un bel film sui supereroi senza scendere nella banalità e senza rifilarci robe fracassone.
E' pur vero che ha un base solida come gli X-Men quindi in teoria è ben coperto, in pratica X-Men Conflitto Finale, Wolverine Le Origini e Wolverine l'Immortale sono la prova che si possono sfornare ciofeche e mezze ciofeche anche se si hanno una base solida e un buon cast.
Torniamo, tuttavia, a questo prequel della trilogia di X-Men.
Prima cosa: i puristi storceranno il naso sicuramente visto che...
ATTENZIONE SPOILER IN GIALLO
Jean Grey (ç_ç), Ciclope, Angelo e Uomo Ghiaccio non ci sono in questo "First Class" quando nei fumetti loro fanno parte della prima squadra degli X-Men. L'unico che c'è, del gruppo originale, è Hank/La Bestia.
Seconda cosa: Emma Stone e Raven/Mystica, all'inizio, sono nel gruppo di questo First Class mentre nei fumetti avevano fatto parte, fin dall'inizio, della lega dei mutanti di Magneto.E non c'è neanche Rogue ç_ç.
Fatte queste premesse il film è fedele al messaggio dei fumetti come e più dei primi due film della trilogia originaria in quanto vengono esplorare molto bene le personalità dei mutanti, in particolare quelle di Charles Xavier, Erik/Magneto, Raven/Mystica e Hank/La Bestia. Attraverso loro vediamo un conflitto interiore molto veritiero che fa parte di ognuno di noi: il bisogno di accettarsi e di essere accettati.
Spiace che spesso gli X-Men siano considerati i classici supereroi quando invece sono personaggi molto complessi e complessati dove il confine tra bene e male non è mai netto.
Infatti tanto Charles, quanto Erik hanno sia ragione che torto e si finisce per identificarsi tanto nella voglia di pace del primo che nella tremenda sofferenza e nella legittima sete di vendetta del secondo: assolutamente superlativi i loro interpreti James McAvoy e Michael Fassbender che riescono nella titanica impresa di non far rimpiangere Patrick Stewart e Sir Ian McKellen. Bella anche la citazione della partita a scacchi e molto spassosi i loro duetti!
Lo stesso dicasi per Raven e Hank: bella scoperta Jennifer Lawrence che, dopo un inizio bamboleggiante, tira fuori la paura, il dolore, il senso di smarrimento e infine la forza della sua Raven e bravo anche Nicholas Hoult nel tratteggiare i complessi di Hank per le zampe scimmiesche e la sua voglia di essere "normale".
Sullo sfondo gli altri che comunque non sono male e danno la giusta misura dei loro personaggi, ognuno con i propri drammi e i propri sogni.
L'amicizia tra Charles ed Erik stringe il cuore e ci fa vedere come, malgrado conflitti profondi, lacerazioni e addii, alla fine non si perde davvero un vero amico. E loro lo sanno che saranno sempre vecchi amici e che, a modo loro, cercano di combattere per un mondo migliore. Tempo fa Hugh Jackman(che fa qui un gustoso cammeo con il suo mitico Wolverine!) disse che Xavier e Magneto sono come Martin Luther King e Malcom X e questo film gli da ragione.
Si ascolta appassionati i discorsi sulla pace e sulla possibile convivenza con l'umanità di Charles, sull'aver bisogno di avere amici e di non essere soli, toccante quando dice ad Erik "Non sarai mai solo" e e si resta elettrizzati da Erik che urla, un Erik già mezzo Magneto "Lo sentite l'uomo di Neanderthal che ha paura?". E' così che si costruisce un vero villain.
Favoloso anche il cattivo di Kevin Bacon che, come dice Krish, tratteggia un Sebastian Shaw stile Joker che gode nel vedere bruciare il mondo.
Unica pecca del film forse è la parte centrale troppo confusionaria e un tantinello fracassona, ma ci può stare.
La domanda che mi sono posta vedendo questo film è la seguente: cari amici della Marvel visto che siete capaci di fare del sano intrattenimento in un comic-movie, approfondendo sia il lato giocoso/bambinesco sia il lato più serioso/riflessivo, perché ci dovete rifilare delle sole indegne negli altri vostri film?
Così per curiosità.
Voto Nove.
Qui sotto i due trailer.
p.s: dimenticavo grassie al socio Francesco per avermi regalato il dvd di questo bel film.



5 commenti:

Hakka ha detto...

Hmmm... sì, beh, diciamo che mi hai un po' smosso dalla mia assoluta non voglia di vederlo.
Certo, rimango la purista. E, se devo essere sincera, a me Conflitto Finale era piaciuto. ._.Non parlarmi della ciofeca Wolverine Origins: non amando il personaggio non posso molto gradirne un film, e visto che hanno combinato al mio Deadpool/Wade... ç_ç

Il cinefilante ha detto...

Io l'ho adorato. Indubbiamente il migliore di tutta la serie. I due protagonisti poi sono eccezionali e per quanto io adori Fassbender devo dire che James (che comunque mi piace mi piace molto) diventa sempre più bravo!

Silvia Azzaroli ha detto...

@Hakka= contenta di averti stimolato un pochino. Guarda ci ho messo un po' anche io a vederlo, due anni, ma alla fine mi sono decisa e sono soddisfatta. Spiace che manchi qualche personaggio che amo, ma ripeto, ben venga un cine comic così.
@Cinefilante= bentornata su questi lidi cara!Vero che la pensi come: è sicuramente il migliore della serie senza se e senza ma e i due protagonisti troppo bravi. Tu sai che adoro James e condivido le tue lodi, ti confesso che per me Michael è stata una bella scoperta. Veramente bravo!

Il cinefilante ha detto...

E pure bello bello :-D

Silvia Azzaroli ha detto...

Confermo Marlucche, Michael è un gran bel figliolo :P , si è innamorato di lui pure l'altro Magneto alias Sir Ian McKellen. Leggi qui http://dlisted.com/2013/07/22/old-magento-wants-to-marry-young-magento/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...