lunedì 21 ottobre 2013

Mr Nobody di Jaco Van Dormael




Mr. Nobody (2009)

[Mr. Nobody, Canada, Belgio, Francia 2009, Drammatico, durata nd']
Regia di Jaco Van Dormael
Con Jared Leto, Diane Kruger, Rhys Ifans, Toby Regbo, Juno Temple, Sarah Polley, Daniel Mays, Ben Mansfield, Clare Stone, Natasha Little

Riuscire a riassumere la trama e il senso di questo film è davvero complicato.
Diventato un cult e un caso prima ancora di uscire la pellicola di Jaco Van Dormael gioca sulle nostre possibili scelte, mostrandoci le varie conseguenze, un po' come era successo in "Sliding Doors" di Peter Howitt e "La doppia vita di Veronique" e "Destino cieco" entrambi di Krzysztof Kieślowski.
Ispirato alle teorie della fisica quantistica e degli universi paralleli, ci porta a farci mille domande seguendo il particolare destino di Nemo (uno straordinario Jared Leto, sempre sottovalutato).
ATTENZIONE SPOILER:

Nemo quando è piccolo si trova costretto a scegliere se vivere con la madre e con il padre.
E il film ci mostra cosa succederebbe se lui scegliesse l'una o l'altra via ed alla fine le scelte si rivelano, in un modo o nell'altro infelici.
La madre lo tratta freddamente, il padre è malato.
E a tutto questo si aggiungono altre ulteriori scelte che Nemo deve fare e che ci vengono tutte mostrate.
Una roba da mal di testa assoluto, però anche divertente.
E a tutto questo si aggiunge il misterioso destino di un uomo anziano in un lontano futuro, non troppo lontano, dove tutti sono immortali, tranne questa persona che viene vista come un'anomalia e quindi studiata e vivisezionata da psicologi, stampa ed opinione pubblica.
Questa persona è naturalmente Nemo che racconta le sue mille vite diverse, spiegando che ogni scelta porta ad una conseguenza, il problema è che non sono solo le nostre scelte a farci variare rotta, ma pure quelle degli altri, succede dunque che Nemo, in una delle sue tante vite, perde il numero di telefono dell'amata Anna (una Diane Kruger bellissima mora, ma un po' troppo distante nonostante tutto e dire che la Anna dovrebbe essere il personaggio più completo a sentire il regista bah) a causa di una persona in Brasile che, fumando, causa una fortissima pioggia in tutto il mondo. Il famoso battito della farfalla.
E a volte la scelta migliore è non scegliere come farà il piccolo Nemo, rifiutandosi di scegliere tra padre e madre, scappa da entrambi e vivrà una vita diversa e finirà per incontrare l'amata Anna altrove.
Nelle altre possibili vite abbiamo l'incontro che Elise che non lo ama, ma con cui si sposa e vive una vita infelice oppure l'incontro con Jean che è Nemo a non amare e vive una vita noiosa pur avendo tutto.
Finisce poi in un universo assurdo dove non è mai esistito.
Ve l'ho detto che è una cosa da mal di testa e ci ho messo un po' a capirlo.
In sintesi comunque il film si conclude con la non scelta di Nemo bimbo che grazie a ciò ritrova Anna da grande mentre il Nemo anziano quando muore vede il mondo fermarsi e tornare indietro nel tempo perché l'universo ha finito di espandersi.
Divertente, surreale e stralunato sicuramente affascina, ma non convince mai del tutto, come se il regista avesse avuto paura di spingersi troppo in là sia cerebralmente sia emozionalmente.
Di fatto non coinvolge del tutto e non convince del tutto segno evidente che manca qualcosa, forse avrei evitato di dire che il futuro lontano fosse solo un sogno del piccolo Nemo, facendo di quasi tutta la pellicola una sorta di "Apri gli Occhi" con la differenza che in quest'ultimo il sogno ha una sua logica, qui non del tutto.
Dunque Mr Nobody è un bel film ma non eccezionale.
Voto 6,5.

2 commenti:

Krishel Mir ha detto...

Vedo che non sei riuscita a dissipare la tua confusione. Bella recensione, forse più tecnica della mia.

Silvia Azzaroli ha detto...

Ed io che temevo fosse troppo confusionaria XD .
Comunque cara temo che tale confusione non se ne andrà mai.
Troppo contorto XD

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...