venerdì 10 maggio 2013

Iron Man 3 di Shane Black





Iron Man 3 (2013)

[Iron Man 3, USA, Cina 2013, Supereroi, durata 140']
 Regia di Shane Black
Con Robert Downey jr., Gwyneth Paltrow, Ben Kingsley, Guy Pearce, Don Cheadle, Rebecca Hall, Jon Favreau, Stephanie Szostak, James Badge Dale, Ty Simpkins, William Sadler, Dale Dickey, Ashley Hamilton, Yvonne Zima, Stan Lee

MIA RECENSIONE CON SPOILER IN GIALLO

Ho visto questo film con la mia amica Laura qualche sabato fa e leggendo in giro ho notato che ha spaccato un po' il fandom di Iron Man c'è chi lo ha amato follemente e chi lo ha odiato per aver sbeffeggiato una delle figure "sacre" del fumetto marvelliano, ma proviamo a partire con ordine anche se la trama è semplice semplice
Il Mandarino (Ben Kingley inquietante e poi bizzarro) sedicente terrorista minaccia il presidente degli Stati Uniti ed arriva a ferire uno dei migliori amici di Iron Man alias Tony Stark (un Robert Downey Jr sempre più in parte, divertente e divertito, molto a suo agio nei panni dell'eroe spaccone, auto-ironico e sotto sotto anche fragile), che lo sfida apertamente e così la sua villa viene demolita dagli scagnozzi del Mandarino che quasi uccide Tony e la sua Pepper (una Gwyneth Paltrow molto auto-ironica e "cazzuta" che ha imparato a lasciarsi andare) mentre cercano di parlare con una "vittima" del mandarino.
Segue gran casino perché Tony viene dato per morto, il suo migliore amico James Rhodes/Iron Patriot (Don Cheadle sembra davvero divertirsi un casino e se la cava molto bene come co-protagonista) è a caccia del Mandarino, non sopporta il nome che gli hanno rifilato e spera di ritrovare il suo amico, Tony intanto viene soccorso dal solito bimbetto santarello e sfigato (che tutto sommato non è così antipatico), fa sapere a Pepper di stare bene, ma intanto continua a soffrire di attacchi di panico provocati dall'avventura precedente.
Dopo mirabolanti casini si viene a sapere che il Mandarino è solo un fantoccio interpretato da un attore demente, puttaniere e pippaiolo e che la mente è Aldrich Killian (un Guy Pearce sopra la righe ma dato il personaggio ci sta) che odia Tony per non averlo cagato anni addietro. Aldrich come personaggio vale soprattutto per il discorso che fa sui terroristi fantocci manovrati dagli Usa per governare guerra, una bella frecciatina alla politica Usa davvero incredibile da sentire in un blockbuster così cazzaro e fracassone.
Perché indubbiamente lo è cazzaro e fracassone, inutile aspettarsi di più da un film del genere, certo magari certe scene sono un po' lunghette tipo l'interminabile battaglia finale sulla nave con tanto di mille armature di Iron Man in mezzo, però ci sta.
Ovviamente il nostro eroe, la sua bella ed il suo amico hanno la meglio, ma il tutto è condito abbastanza bene e le musiche sono proprio belle, molto cupe ed atmosfera.
Insomma io credo che un 7 se lo meriti tutto, basta prenderlo per quello che è.
Ah davvero sexy il balletto iniziale di Tony con le armature ^_^!
Qui sotto il trailer


1 commento:

Ale ha detto...

Cioé scusa, anche stavolta il cattivo in realtà è solo un galoppino? Dico "anche stavolta" perché la stessa cosa è successa con l'ultimo Batman. Ma scherziamo? Ma dove sono finiti veri cattivi? Dalla trama che hai riassunto sto film mi sa di cagata mostruosa...senza contare il bimbetto, di cui ho letto in altri siti...ma che c'entra?
L'influsso disneyano: trasformiamo anche la tragedia in una bella commedia per famiglie. Che schifo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...