domenica 23 dicembre 2012

Fringe: recensione 5x10



Buona domenica Fringies e proviamo a recensire questo episodio che ci dà finalmente alcune risposte, ci regala finalmente una morte epica e crea confusione nel fandom con montaggi analogici.
SPOILER ALERT
Si inizia dal laboratorio dove si prova a far parlare il baby pelatino di nome Michael: Olivia e Peter ci provano con tatto, Walter lo fa spaventare e ha pure il tatto di chiamare il bimbo "subject" facendo rattristare il figlio che si ricorda bene quando lui lo chiamava così.
Si va dunque da Nina per provare a farlo parlare, la nostra manager preferita riceve la chiamata nel suo ufficio al ministero della scienza e purtroppo da qui in poi nascono alcuni casini inenarrabili.
Si raggiunge la signorina Sharp con cui il giovane Bishop scambia quattro chiacchiere sulla schizofrenia del padre, sempre più fuori, Peter dice di non riconoscere il suo sguardo a volte e non è convinto dell'operazione al cervello, Nina parla di sacrifici inevitabili quando si combatte per cause giuste e conclude dicendo che forse non servirà l'operazione, in quanto, Walter potrebbe regredire, al che Peter esclama "Quindi lo perderò in ogni caso" ç______ç...
Domanda: avete scelto già la bara? Così per sapere... spero che non lo cremerete, anche se forse a Walter piacerebbe finire cenere così qualcuno potrebbe fumarlo.
Vabbè, passiamo oltre.
Si scende nel laboratorio clandestino della Ex Massive Dynamic dove ci sono vari pelati morti che gli scienziati della resistenza hanno provato a studiare per carpire i loro segreti e batterli sul loro stesso terreno, ma a quanto pare non hanno cavato molto.
Si prova a far parlare il bimbo tramite un apparecchio ecog che gli legge nelle onde cerebrali, però ne servirebbe un altro per comunicare con lui visto che l'esserino ha perso la sua empatia con Olivia pur ricordandosi di lei.
Da rimarcare che di nuovo Walter parla di Michael come "subject" ma stavolta basta un'occhiata triste di Peter per farlo correggere da solo: Walter, Walter che ci combini?
Mentre accade tutto ciò Windmark e la sua banda di simpaticoni piomba nell'ufficio di Nina, fa il terzo grado alla sua segretaria lealista perché hanno scoperto che la resistenza ha usato degli apparecchi del ministero della scienza (sono quegli affari usati da Peter nella 5x5 per divertirsi con quel simpatico pelatone ndr), la donna dice quello che può.
Dopodiché i pelati rovistano l'ufficio della Sharp usando un apparecchio in grado di captare le onde sonore sul vetro e ciò non può non far non pensare alla 1x19 - Road Not Taken quando Peter fabbricò un affare del genere per sistemare i dischi di vinile del padre e tale affare servì pure per risolvere un caso e beccare il simpaticone di Harris XD!
Al laboratorio sotterraneo Nina resta sola con il bimbo mentre Liv, Walter e Peter raggiungono il ministero della scienza perché Nina gli dice che lì troveranno un altro ecog grazie al suo assistente Hasting nel frattempo Windmark e i suoi interrogano tutto il personale di Nina arrivando appunto a tale assistente.
I Bishop Boys ed Olivia trovano l'altro ecog, ma la ragazza si accorge di cosa sta avvenendo nell'ufficio della Sharp così la avvisa, quest'ultima capisce di essere nei casotti e decide di aiutare il piccolo a salvarsi.
Il baby pelato Michael le tocca la guancia facendola saltare e noi spettatori capiamo subito che lei ha ricordato qualcosa di importante, ovvero la vecchia timeline.
Walter, Liv e Peter liberano Hasting mentre Windmark e i suoi raggiungono il laboratorio dove c'è solo Nina, tra i due c'è un confronto al vetriolo dove il primo parte con un certo vantaggio definendo l'umanità animali per gli esperimenti che fanno sui cadaveri dei pelati, tira fuori che Michael è un'anomalia genetica e non è un bimbo, ma la nostra manager ribatte che loro muovono la testa così per captare meglio le onde sonore e nel contempo hanno fatto risalire degli istinti primitivi che l'umanità aveva messo da parte, aggiunge che non sanno cos'è l'amore poi con somma gioia nostra li chiama "lucertole" e conclude con "In definitiva siete voi gli animali".
Applausi a scena aperta!
Windmark non sapendo come replicare, la vuole torturare, lei però ruba la pistola ad un lealista, al che il super cattivone ridacchia "Non serve contro di me quella" e Nina serafica "Lo so" e si spara lasciando con un pugno di mosche il super pelatone, che non può manco interrogarla da morta!
Buah buah buah!
Grandissima Nina! Una morte da eroina! E chapeu agli autori che ci hanno finalmente regalato una morte epica e gloriosa.
Ci lascia un grande personaggio, donna ambigua da una parte, disposta a tutto per la sua azienda, ma anche piena di sentimenti ed ideali veri che alla fine hanno prevalso su tutto.
Complimenti a Blair Brown che ha saputo dare anima e corpo ad un personaggio splendido.
Arrivederci da qualche parte Nina, chissà che lì non sei finalmente diventata la signora Bell.
I nostri arrivano al laboratorio sotterraneo poco dopo, la disperazione di Olivia e Walter è tangibile, lei perde una madre lui un'amica e forse qualcosa di più, Peter tenerissimo consola entrambi con piccole lievi carezze poi insieme a Liv recupera Michael che piange per la morte di Nina.
Si torna infine ad Harvard dove Walter ed il piccolo si connettono con gli ecog, il vecchio Bishop chiede chi è Donald e perché il piccolo è importante per il piano, questi si alza con una strana espressione dipinta sul viso e gli accarezza la guancia aprendogli la mente.
A noi spettatori appaiono varie immagini:
Walter che gioca con il piccolo  Blu Peter, Walter che apre il portale per andare a salvare Red Peter, September che salva i due Bishop dicendogli che il ragazzo è importante, deve vivere e mentre dice ciò si vedono le immagini di Michael al che molti fan hanno pensato che il ragazzo importante è Michael -_-'''. Subito dopo si vedono altre immagini tra tutti l'arrivo di Red Peter adulto al Saint Claire, il fatto che Walter gli apre l'occhio facendolo saltare per la rabbia, poi Walter che non si sente di parlare con Peter nella season 4, l'arrivo di September ferito al laboratorio, poi Belly che opera Walter, Etta che bacia Walter ed Etta che muore, infine.... infine...
Infine arriviamo in una casa... una casa che ci sembra famigliare si vede un uomo di spalle, si volta lentamente e a noi appare una faccia amica solo diversa... la faccia di lui.. September, il nostro osservatore preferito, è diventato un uomo, non ha più il suo completo anni cinquanta indossa un maglione blu e ha dei capelli... e sorride... un sorriso dolcissimo e molto malinconico.
Walter spalanca gli occhi in lacrime fissando Peter e dice "So chi è Donald... Donald è September".
E lo sapevo ^_^ che Donald era Septy!

Bisogna dire che con o senza capelli
questo uomo ha sempre il suo perché ^_^,
e qui poi ha l'aria del timido nobile.


Lo sguardo di Walter è liberatorio: sa che Peter si è salvato, che non è morto per colpa sua, ora lo sa. E forse i suoi demoni se ne sono andati.. forse
Episodio interessante con due risposte mooolto importanti: sappiamo chi è Donald, sappiamo chi è Michael, abbiamo mezza risposta su chi è the boy ovvero Peter, ma gli autori hanno creato una confusione assurda con quel montaggio, confusione voluta perché in qualche modo anche Michael è importante visto che con il suo tocco permette a tutti di ricordare, ma è ovvio che "The boy is important" nel quadro generale resta Peter, se gli autori andassero in un'altra direzione dicendo che è Michael si scaverebbero la fossa da soli perché significherebbe averci preso in giro per quattro anni.
Morte epica di un grande personaggio dicevamo e quindi sanno fare le morti degne quando vogliono.
Un po' lento in alcune parti, tipo la ricerca degli ecog e gli interrogatori, si riscatta nella seconda parte.
Voto Sette e Mezzo.
Spiccano come interpretazioni Blair Brown che ha un'uscita di scena gloriosa, il baby pelatino ( non so come si chiama l'attore ^^), John Noble che tratteggia sempre benissimo il suo Walter schizzoide e tormentato e Michael Cerveris a cui bastano pochi minuti per bucare lo schermo.
Bentornato Septy! Pardon Donald ^_^!
Meno presenti del solito Jackson e la Torv riescono comunque a colpire, lui per le paure e i dolori del suo Peter a causa del padre nonché nel rivedere l'amata figura di Etta, lei appunto per quest'ultima cosa ma anche nel tentare di avere un rapporto con Michael.
I glifi hanno gridato "Sense".
Ari Margolis, produttore di Fringe, ha detto su twitter "Senza voler spoilerare il titolo della 5x11 mi pare interessante" (The boy must to live : Il ragazzo deve vivere) in risposta alla domanda di Giadina "Sapremo perché Peter è importante?".
E mo ci tocca morire per tre settimane sperando che finalmente arrivi questa benedetta risposta a questa domanda che ci siamo rotti diciamolo.



PROMO DELLA 5X11
In questa trenta secondi Olivia dice ad un Peter moooolto preoccupato che il piano è resettare il tempo e quindi viene da pensare che stiano proprio costruendo la Macchina: altrimenti con cosa lo potrebbero resettare?
Si vede inoltre parte del mondo degli osservatori nel 2600 con un grosso cupolone di vetro visto nelle foto promo della season4, un pelatino che cresce a vista d'occhio in una vasca, poi nel 2036 Walter entra nella vasca di depressurizzazione per comunicare con Septy... ehm Donald (è proprio osceno come nome XD) sempre con i capelli (e diciamo che è proprio figo così XD ), poco dopo si vede Peter aggirarsi con un cappuccio sulla testa con faccetta incazzosa, prima in compagnia di Walter che si guarda in giro molto preoccupato e poi da solo.
Cappuccio che ha pure il baby pelatino Michael.
Allora aspettiamo tre settimane. Sigh ç_ç!
E mo mancano solo tre episodi alla fine di tutto. Ri-Sigh!



10 commenti:

Il cinefilante ha detto...

Eccomi! :-) letto... e devo dire che su un particolare abbiamo un'opinione diversa... Non credo che September sia diventato un uomo... credo sia il contrario, credo che Donald sia un uomo che in qualche modo diventerà un osservatore... Di certo visto i pochi episodi rimasti non ci sarà gran che di tempo per sviluppare questa storia che forse meritava un'attenzione più importante. Sicuramente quando tutto finirà, oltre a lasciarci organi di una delle serie più belle degli ultimi anni, sarà pure necessario rivedersi di fila tutte le 5 stagioni. Io confesso che a volte faccio un po' di fatica a ricordare alcune cose! All prossima! :-)

Silvietta ha detto...

Ciao Marzia capisco la tua idea, ma devi tener presente che September è sempre stato definito l'uomo di latta di Fringe, fargli fare l'operazione inversa sarebbe un po' una forzatura e si perdere il senso della sua umanizzazione.
Io ammetto che un po' il rewatch ho iniziato a farlo ma sono indietro però gli episodi che amo li ricordo bene.
Ah ho fatto alcune modifiche^^
Grassie per il tuo commento ed alla prossima e mi sa che poi sarebbe da rivedere tutto da capo quando sarà finito tutto, io davvero ci lascerò qualcosa ç_ç, sono già in lutto stretto

Il cinefilante ha detto...

ma certo che the boy è Peter! :-) comunque è un peccato che in utta questa 5 stagione Olivia sia sempre un po' catatonica e "poco" protagonista...
temo inoltre che il finale ci potrebbe lasciare con l'amaro in bocca... tipo qualche altra morte eccellente, vista la piega malinconica che ha preso il tutto....

Silvietta ha detto...

@Marzia= poco ma sicuro va che mica scherzo sulla morte di Walter, quello muore, vedrai ç_ç... sì Olivia si vede poco, ma credo che gli ultimi episodi le daranno più spazio vedrai...
Ah ecco grande, lo sapevo che non ti facevi fregare: the boy è Peter

Anonimo ha detto...

Ciao Silvi,
ti dico subitissimo che dove hai parlato del sorriso di Septy/Donnie (io preferisco chiamarlo Donnie perchè nemmeno a me piace Donald sinceramente come nome) e guardando quella screen caps di lui, mi sono venuti i lacrimoni...
comunque,
io credo che alla fine, come già si percepiva dal suo personaggio, Septy in realtà era un po' anche lui una sorta di anomalia(come anche August che ha mostrato di avere eccome dei sentimenti - la scena del baby observer che piange di fronte al cadavere di Nina mi ha ricordato August quando in punto di morte e guardacaso, nella stessa macchina con Septy al volante con cui parlava del fatto che credeva di amare la ragazza che ha salvato dal volo che l'avrebbe altrimenti uccisa,ha lasciato che una lacrima scendesse dal suo viso e Septy non aveva battuto ciglio di fronte alla strana reazione del suo amico osservatore morente.. dunque questo già faceva pensare) perchè in molti episodi del passato personalmente io notavo che, benchè il suo volto fosse privo di sentimento, i suoi occhi spesso lucidi e profondi, parlavano il linguaggio di un essere umano e credo che, Septy sia alla fine ritornato ad essere cio' che era una volta. Questo ci rimanda alla frase di Walter quando parlando di Septy disse: " Qualcosa di inaspettato e' successo a September". Ed ora son sempre piu' convinta si trattasse di questo anche se Walter non poteva ricordarselo di preciso.
Comunque, su una cosa non sono d'accordo: personalmente non credo che gli autori si scaverebbero una fossa se uscisse fuori che il ragazzo importante fosse anche Michael. Ormai Peter si sa, nessuno puo' metterlo in discussione, e' uno dei personaggi piu' importanti negli avvenimenti di Fringe. Ma se Michael e' altrettanto importante da poter decretare la vittoria della Resistenza contro gli Osservatori, forse vale la pena non di metterlo su di un piedistallo ma di valutare il baby osservatore "QUASI" al pari dell'importanza data a Peter. Altrimenti non avrebbero fatto tutta questa fatica per nasconderlo e poi per andare a prenderlo. E la morte di Nina che tu definisci gloriosa non sarebbe valsa nemmeno un briciolo di quello che invece è stato.E comunque dobbiamo tenere presente che persino Donnie si è sacrificato per tenere al sicuro questo ragazzino che è parte del piano di Walter... dunque un minimo di importanza tale a quella di Peter dobbiamo dargliela. Non trovi? Almeno per Septy che sicuramente non lo vedremo piu' se non nel ricordo di Walter che spero si risvegli una volta per tutte e che tutta la memoria gli ritorni.
Ad ogni modo, ottima recensione come sempre. Mi sono venuti giu' i lacrioni a leggere alcune parti che hai scritto... :')
Annika

Silvietta ha detto...

Cara Annika, grazie come sempre dell'articolato ed interessante commento.
Inizio subito dall'ultima questione così ci spieghiamo meglio:
1- Sono anni ed anni che dicono che Peter è importante, senza MAI dirci perché, MAI, non è MAI arrivata una risposta. Eppure è evidente che lui era importante prima ancora del rapimento viene detto nella 2x15. Se gli autori non rispondessero a questa domanda, trascurandola si scaverebbero la fossa da soli sì perché non si può rompere le palle per anni ed anni con sta cosa e poi non dare una motivazione, suonerebbe a presa per il culo.
2- Che Michael sia importante nessuno lo nega, nella mia recensione dico chiaramente che lui è il faro che permetterà a tutti di ricordare, in primis la Macchina ed a proposito di Nina... ecco lei si è sacrificata, ma non lo ha fatto solo per il piccolo, lo ha fatto anche per quello che ha ricordato, è evidente questo. Probabilmente lei ha scoperto cose che noi scopriremo solo nei prossimi tre episodi.
Detto questo le analogie tra Peter ed il bimbo si sprecano, in ultimaWindmark dice a Nina "La sparizione del bambino fu un fatto famoso nella mia epoca" ed Alt Liv disse qualcosa di simile a Peter nella season 2 "Il tuo rapimento è una storia famosa" e due anni fa Wyman, uno degli sceneggiatori di Fringe, disse che voleva dare un grande respiro alla storia del rapimento di Peter... ma al di là di questo io tendo a pensare che le analogie tra i due siano di tipo prettamente genetico (dna o meno), nel senso che come diceva qualcuno su fb entrambi sono anomalie che dovevano essere eliminate e che invece cambiano in meglio le cose. Tendo persino a pensare che forse Peter stesso non riusciva a crescere ma la cura di Walter gli permise ciò e notare che December nella 4x1 dice "LORO non devono sapere che il ragazzo è diventato un uomo", non parliamo poi del fatto che nel promo si vedono entrambi con il cappuccio. Io non voglio sminuire l'importanza di Michael, quello che io trovo ridicolo è che si voglia sminuire l'importanza di Peter (non parlo di te), Michael serve da faro, ma Peter (credo insieme a Liv) sarà la chiave perché è ovvio che stanno costruendo la Macchina altrimenti con cosa lo resettano il tempo? Ammesso che vogliano davvero resettarlo come intendiamo noi, ma comunque è la Macchina che stanno costruendo poco ma sicuro...

Su Septy, beh, ehm mi sa che lui si è sacrificato per i nostri, per permettere loro di ambrarsi e la sua umanizzazione sia nata dal suo affetto smisurato per Peter, affetto che nasce dal fatto che Peter sia sempre stato l'unico a trovare another way. Alla fine sì Septy è tornato ad essere ciò che era nel cuore: un essere umano... per questo vorrei tanto che leggessi la mia ff su si lui.
Ah sì decisamente meglio Donnie XD...
Bacioni ed alla prossima, Silvia

Anonimo ha detto...

mmm... interessante!
Ok, in effetti ci sta tutta la frase di Alt-Liv e quella di Windy a confronto.
La teoria funziona alla grande.
Per quanto riguarda invece quello che dicevi su "The boy is important e The boy must live,nessuno vuole sminuire Peter in questa Season 5. Forse effettivamente qualcosa di eclatante e decisivo lo farà in uno di questi ultimi tre episodi che ci aspettano.
Ma come ho già detto prima, è dato per scontato che Peter sia stato e sia tutt'ora importante nella storia di Fringe.
Nessuno mette questo in dubbio.
Per quanto riguarda il fatto di resettare il tempo non so perchè lo vogliano fare..piu' che altro mi domando chi ha incubato il ragazzino fino a farlo crescere..? Forse è già in mano agli observer come già si era visto da alcuni scatti dei prossimi episodi. Forse il ragazzino è già finito in mano a Windy.
Comunque non capisco nemmeno per quale motivo si metterebbero già a pensare di resettare il tempo se non sanno ancora se il piano per sconfiggere gli observers funzionerà. Insomma, forse intendono resettare il tempo ad altri scopi...non saprei.
Comunque, vedremo se la Macchina comparirà o meno. A meno che non mi venga da pensare che cio' che stanno costruendo serva a Olivia per passare oltre e andare a chiedere aiuto nell'altro universo e che magari non ha niente a che fare con la Macchina(scusa, lo so che tu ne sei pienamente convinta). Magari sarà semplicemente Michael a riportarli indietro dopo che un grande sacrificio sarà compiuto per distruggere gli Observer...(Jasika ha parlato di questo grande sacrificio di cui ancora non sappiamo nulla). Mia opinione che sicuramente farà dei buchi nell'acqua. Ma ti dico la verità non sono ancora sicura riguardo la Macchina... a meno che Olivia non stia andando a recuperare qualcosa riguardante quest'ultima proprio nell'universo alternativo...mah, vedremo.
Tua Annika

Silvietta ha detto...

Cara Annika, il sacrificio lo farà Walter non ho dubbi su questo...
Tu sicuramente non sminuisci l'importanza di Peter, ma c'è chi lo fa eccome, dicendo che non è mai stato importante e conta solo il ragazzino.
Io credo che il ruolo di questi sia quello di faro ed è davvero importante.
Sulla Macchina sono abbastanza sicura, ma come sai niente è certo in Fringe...
Sul resettare il tempo, tendo a pensare che non sia come intendiamo noi, che sarà una cosa diversa...
E' certo che la nostra Liv andrà di là per qualcosa che riguarda il piano, chissà cosa però ç_ç...
Sono contenta che dici che la teoria ci sta alla grande, vedremo sì... tanto abbiamo tre settimane per delirare XD.
Baci :*

Anonimo ha detto...

Chi sminuisce l'importanza di Peter fino a questi livelli non si puo' certo definire fan della serie perchè della serie allora, non ha capito un bel niente!
PETER E' IMPORTANTE. LO E' SEMPRE STATO E SEMPRE LO SARA'.
Ma il ragazzino sicuramente qualcosa di buono dovrà combinare per far si che il piano dei nostri eroi si realizzi.
Certo, già solo il far tornare la memoria a Walter aiuta moltissimo.Ma secondo me c'è di piu'. Per il modo cosi' meticoloso che hanno avuto per proteggerlo, e andarselo a riprendere, insomma, qualcosa ancora dovrà fare il baby observer.
Certo, è chiaro che se Walter comincia a ricordare tutte le parti del piano, la realizzazione di questo sarà decisamente piu' semplice ed immediata. E sicura al 100%. Quindi Michael ha già fatto molto. Ma spero faccia di piu'. A motivo di Sam che ci ha rimesso per proteggerlo, a motivo di Nina e di Donnie stesso..
Speriamo.
Credo mi commuovero' di nuovo nel rivedere altre scene di Walter e Donnie. Non riesco a pensare ad altro: quel sorriso, quegli occhi dolci e malinconici come tu stessa hai ben descritto...pensieroso, poggiato su di un vecchio pianoforte, davanti ad una finestra, pensieroso e ma sicuro allo stesso tempo.
Pensare che non c'è piu' mi rattrista.
Addio Donnie.
Addio September.
Sei nei nostri cuori. Sia che tu abbia i capelli o meno.
Annika

Silvietta ha detto...

Gran bel commento cara, non ho molto altro da aggiungere, hai ragione Septy/Donnie sarà sempre nei nostri cuori con o senza capelli. Lui è il nostro uomo di latta ^_^
Smack

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...