sabato 13 ottobre 2012

La maleducazione ai tempi della crisi

Buon sabato!
Nei giorni scorsi in giro ho avuto la "fortuna" di incontrare alcuni tipi di maleducati, che vanno dalla vecchina furba all'armadio a quattro ante, che oltre a fare le persone poco gentili, hanno avuto pure il fegato di lamentarsi.
Prima di tutto la vecchina: mi avvicino all'edicola per ricomprare dei biglietti, non riuscendo a trovare subito il portafoglio, faccio passare la vecchina, quando finalmente lo trovo e spiego all'edicolante il mezzo casino che mi è successo, la vecchina si incazza e dice inferocita
"Veramente c'ero prima io" e l'edicolante, bontà sua, fa
"Veramente c'era prima la signorina"...
Passiamo poi all'armadio a quattro ante: non so quanto di voi conoscono la metro di Milano, nella rossa le porte si aprono sempre a destra, cosicché le porte a sinistra vengono spesso usate come appoggi.
Mi avvicino ad una di esse, libera, come del resto era la metro, mezza vuota, tranne per i sedili.
Dopo un po' arriva il suddetto armadio a quattro ante, mi spinge in un angolo e quando dopo diversi minuti mi lamento, lui ha il fegato di dire
"Ah evidentemente non sta bene, non l'ho spinta, impari l'educazione" O_O...
Ora più che mai mi ritrovo nei panni del detto di Linus Van Pelt
"Io amo l'umanità: è la gente che non sopporto"

2 commenti:

Mauro ha detto...

Neanch'io sopporto la gente: http://pensieri-eretici.blogspot.de/2012/06/io-e-la-gente.html

Saluti,

Mauro.

Laura ha detto...

Qui a Roma la maleducazione è pane quotidiano. Come si esce di casa ci sarebbe da avvelenarsi ogni cinque minuti. Io ormai, con l'età "matura", mi sono calmata, l'unico caso in cui litigo sempre è quando cercano di passarmi avanti nei negozi, almeno lì!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...