giovedì 6 settembre 2012

Brave - Ribelle: il nuovo capolavoro Pixar da vedere!

Ieri sera ho visto il nuovo capolavoro della Disney firmato Pixar:
Brave - Ribelle.




Mi aspettavo la classica storia della ragazzina ribelle che viene educata dal contesto moralista ed invece ho trovato una storia magica sulla Scozia, le sue leggende ed un messaggio davvero positivo: tutti devono sempre imparare qualcosa, non solo i ragazzi ribelli.
Meravigliose anche le canzoni. Lo consiglio a tutti!

7 commenti:

Mauro ha detto...

Commento off-topic.

Ultimamente scrivi molto, molto poco. Dobbiamo preoccuparci?

Saluti,

Mauro.

Silvietta ha detto...

Non preoccuparti Mauretto. E' solo che non sono a casa, ma sto in giro con la chiavetta che va a carbone quindi posso postare poco XD, ma settimana prossima dovrei rientrare così mi aggiorno anche sul tuo blog.
E' bello leggere che sei preoccupato della mia latitanza.
Un abbraccio dal Trentino ;)

ImpiegataSclerata ha detto...

Sarei intenzionata ad andarlo a vedere. Nonostante il pensiero, orrendo e terrificante, di dover sopportare torme dio bambinelli maleducati con genitori che li lasciano scorazzare allo stato brado.
Ma del resto per andare a vedere un film "normalmente" da adulti (che poi che sia adatto a bambini o meno ci trovi sempre il deficiente che si porta il bimbino che avrà traumi e gli servirà lo psicanalista per tutta la vita, poco importa) ci trovi sempre dei rompiOO comunque...

Silvietta ha detto...

@Baba= quando sono andata a vederlo io, nel cinema di Pinzolo, c'era una bimba piccolissima dietro di me che non ha fatto altro che piangere dall'inizio alla fine perché succedeva qualcosa alla mamma della protagonista e quindi la madre della creatura ha dovuto tenerla in braccio sempre.
E naturalmente la sala era piena di bimbi di ogni età.
Quanto ai traumi: come scordare l'idiota di Locarno, due anni fa, che portò la creautra ( nascosto sotto i vestiti visto che i bimbi non possono entrare ai festival!) appena nata a vedere Monsters? Traumatizzato a vita, appunto!
Detto questo spero tu ci riesca perché merita è molto bello, con una trama un po' diversa dal solito e con poche canzoni XD, tra l'altro ha qualcosa di molto evocativo delle saghe nordiche

ImpiegataSclerata ha detto...

Bello poche canzoni saga nordica e trama diversa dal solito.

Mah. Ai tempi che furono quando mammà mi portò a vedere Biancaneve mi spaventai per la scena nel bosco e venni portata subito via per gli ovvi 2 motivi: evitare ulteriori traumi (mah?) ma soprattutto per non rompere le balotas agli altri.
E indimenticabile fu un Fantafestival a Milano, la sala dove finalmente si sarebbe potuta vedere la puntata di Buffy col licantropo che ai tempi non era stata trasmessa in TV neanche a notte tarda quando venivano replicate le puntate integrali perchè di giorno venivano censurate (da notare, l'unica non trasmessa delle 7 stagioni delle non leggerissime puntate di Buffy). Beh la visione di detta puntata fu integralmente "allietata" dal pianto continuo di pargolo passegginomunito.
Spero che detti genitori abbiano dovuto sborsare un vero e proprio patrimonio in psichiatri e che il pargolo non li abbia lasciati dormire la notte per almeno un decennio.

Silvietta ha detto...

O_O Senza parole, ma povero bimbo: la madre aveva le pigne nella testa?
Che poi ste censure in tv non le capisco mica: mi mandano delle porcherie indegne (grandi fratelli, amici, stacchetti scosciati, talk show urlanti vedere il vespone) ad orari per bimbi in versione integrale e poi rompono le balle se c'è una scena MOTIVATA e non volgare di sesso o violenza in un serial tv o in un film? Non per essere noiosi ma io e te, da bimbe, abbiamo visto Lady Oscar ed Andrè che facevano l'amore e siamo cresciute perfettamente sane...

ImpiegataSclerata ha detto...

Ecco, perfettamente sane... Il problema è quello che alcuni genitori scriteriati "moderni" pensano serva per crescere perfettamente sani/e.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...