mercoledì 11 luglio 2012

Quando uno pensa che la tv abbia già toccato il fondo ecco che..

Quando uno pensa che la nostra televisione abbia già toccato il fondo ecco che inizia puntualmente a scavare.
Ho già visto tante schifezze in questi ultimi anni con assassini e ladri intervistati con tanto di arie da vittime perseguitate dalla giustizia cattiva, ma mi rifiuto di abituarmi ad un andazzo del genere.
L'ultima intervista al sant'uomo di turno è a Schettino in esclusiva al Tg5 con la scusa della presunzione di innocenza e "di poter sentire la sua versione dei fatti" l'altro giorno si è assistito ad un vero insulto alle vittime.
Naturalmente ha già pronto il suo memoriale dove si sarà dipinto come Batman e Gesù Cristo messi insieme
Non voglio fare l'essere superiore, ma non appena hanno annunciato l'intervista a casa abbiamo cambiato canale.
Mi auguro che lo abbiano fatti in tanti.
Ancora una volta torna di drammatica attualità la splendida canzone di Samuele Bersani

2 commenti:

Mauro ha detto...

Cara Silvietta,

la cosa grave non è tanto l'intervista a Schettino, quanto il fatto (di cui purtroppo sono sicuro) che tu e la tua famiglia col cambiare canale vi siate uniti a una piccola, forse piccolissima, minoranza.

:-(((

Saluti,

Mauro.

Silvietta ha detto...

Caro Mauro, che ci siano in giro un sacco di imbecilli che guardano certe cose è un dato di fatto.
Ma sono stanca di queste giustificazioni pro stampa: un giornalista con un minimo di coscienza quella roba non la manda in onda.
Un anno fa La Stampa di Torino si rifiutò, per scelta morale (sottolineo morale) di seguire un caso famoso e non perse neanche una copia, anzi ne guadagnò.
E' gravissimo, non grave, intervistare un elemento del genere

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...