giovedì 6 gennaio 2011

Vanishing on 7th Street - una storia cerebrale...

Hayden Christensen è un sopravvissuto 

image

Brad Anderson( regista de "L'uomo senza sonno", "Session9" e "Transiberrian") aveva una lista di persone con cui gli interessava lavorare per radunare la sua band di sopravvissuti e Hayden Christensen era al top di questa lista



"Io amo il suo lavoro ed è sembrato adattarsi molto bene al personaggio di Luke"

(il personaggio di Hayden in "Vanishing on 7th Street") dice Anderson
"Lui mi disse che voleva fare dei film dove i dialoghi non fossero completamente guidati, ma anche che non fossero completamente di azione.
Nel nostro film lui interpreta un ragazzo che usa il suo ingegno per tentare di sopravvivere ad un terrificante travaglio"

image

Lavorare con Anderson dà molte motivazioni ad un attore che è diventato famoso in tutto il mondo per il suo ruolo di Anakin Skywalker in due Star Wars blockbuster

"Ho ammirato molto il lavoro di Brad nel mentre" ha detto Christensen 

"Quando mi parlò di questa sceneggiatura io ero davvero entusiasta di esserne coinvolto.
 Lui è un filmmaker molto abile, molto analitico. 
Brad vuole che ogni aspetto del film sia al top e nel contempo si concede lui stesso di tentare di vivere le esperienze a cui il personaggio sta andando incontro"

image

Christensen ricorda di essere rimasto intrigato dal tutto nella prima pagina dello script:

"E' stato all'inizio della famosa citazione del poema di T.S. Elliot The HOLLOW POEM:
*E' così finisce il mondo, non con uno schianto, ma con un lamento*

 Fu di grande impatto per me"

"Un'altra delle cose per cui ho risposto è stato il riserbo della storia" continua Christensen

 "Una volta che tutti i personaggi vanno nel bar c'è un'intimità che mi piace"

La sceneggiatura è una combinazione di emozioni e fatti intelligenti, il progetto impossibile da rifiutare.

“Fui impressionato dal fatto che il film potesse esistere su due livelli nello stesso tempo.
Il primo è un terrificante thriller che intende far tirar fuori delle risposte viscerali.
L’altro livello è l’esplorazione di grande idee e grandi filosofie.
E’ un modo per esaminare il senso dell’esistenza”



Una clip di Yahoo Movies


Due di Screen Week Web Blog







e Due Featurette










Articolo tradotto da me, tranne la citazione di Elliot, fatta, invece, dalla mia amica Marty!

2 commenti:

AlexPortman80 ha detto...

Ciao Silvia! Ho letto e visto tutto, sembra davvero avvincente (già da alcune scene, quando lui esce in strada o quella della bambina): riusciremo mai a vederlo? Ho visto che esce a febbraio negli USA, oltre a poterlo vedere on demand su internet (invece di questa opzione, perchè non lo distribuiscono nelle sale? Mah...). Spero non sia rimandato all'infinito come "Takers", la cui data non appare più in nessun sito di quelli che ho controllato (fossi in Svizzera invece lo potresti vedere ai primi di febbraio... quasi quasi io mi trasferisco!). Beh, certo, con 900 sale su 3300/3400 a Zalone non c'è posto proprio per tutti :( ...
Non conosco il regista, Anderson, lo cercherò su imdb per vedere cosa ha fatto in precedenza o se è la sua opera prima.
CIAO e buona giornata! Alex

Silvietta ha detto...

Caro Alex, sono molto molto contenta che questo film ti attiri, da quello che ne so l'uscita italiana è programmata per quest'anno.
Anderson è il regista de "L'uomo senza sonno"(titolo originale "The machinist")e "Session9", forse ti ricordi che ne parlammo al telefono.
Un abbraccio, Silvia

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...