mercoledì 26 gennaio 2011

Ancora la sanità...

Buona giornata!
Stamane sono andata a prenotare la visita dall'urologo per la probabile operazione ai calcoli all'ospedale di Vimercate, il quale ha cambiato sede da poco e ora si trova in un complesso talmente enorme da sembrare un centro commerciale solo molto molto molto più brutto.

Cominciamo con il dire che lì dentro chiunque si perde, compresi gli impiegati, che sono giustamente isterici perché non sanno dove sono i reparti(che cambiano ogni giorno), che non hanno ancora un bar funzionante e la cosa mi lascia molto perplessa dato che non capisco cosa ci voglia a spostare la roba dal bar del vecchio ospedale(ora chiuso e vicino al nuovo)a questo, che bisogna spesso fare tre code anche il giorno della visita, per motivi che mi sfuggono(anche se hai già prenotato e pagato oppure sei esente ergo hai già il documento).
Da antologia poi la scelta dei nomi delle varie aree dell'ospedale: petalo blu, rosa, verde, giallo.
Secondo mio padre sono i petali del papavero di oppio che si è fumato l'architetto mentre lo progettava: deve essere lo stesso che ha costruito le Torri Bianche e il complesso Marconi, sono orripilanti allo stesso modo.
La bruttezza sarebbe anche l'ultimo dei problemi(anche se un po' più di poesia non guasterebbe: c'è un complesso vicino al suddetto orrore Marconi che è molto più carino) dato che almeno gli altri due in qualche modo funzionano, l'ospedale è, per essere buoni, a mezzo servizio.
E ripeto, il problema non è degli impiegati, dei medici, degli infermieri, ma dell'organizzazione pessima che sta facendo impazzire tutti.
In ogni caso la visita dall'urologo il 31 Marzo O_o preso tra l'altro da "simpaticissima" signora che ripeteva "Valuterà il suo medico se è urgente" e io continuavo a dirle "Ha detto che lo è: i calcoli sono grossi!".
Assurdo poi il comportamento che ha tenuto quando le ho semplicemente chiesto
"Beh mi faccia sapere se si libera un posto, per favore, come è successo altre volte"
Lei, inferocita, ha replicato "E'impossibile, mai successo qui,  ci lavoro da 20 anni".
Al che le ho detto "Guardi mi hanno chiamato diverse volte dicendomi che si liberava un posto" (l'ultima volta una settimana fa per una visita che ha fatto il fratellino)
Dopo due o tre volte in cui ripeteva la stessa manfrina, si è messa a dirmi, sempre con il tono moooolto gentile "Ah, ma un conto è l'ambulatorio e un conto le visite, dove sì capita che si liberi un posto".
A tutt'ora, non ho compreso la differenza tra ambulatorio e visite dato che, di norma, quando vado a fare le visite mediche vado al poliambulatorio....
Considerando l'andazzo, comunque, è probabile che mi ricoverino molto prima, almeno così vuole sia il medico che l'ecografa, da cui ho fatto la visita in ambulatorio due settimane fa...
Vorrei puntualizzare che la maggior parte delle persone, nell'ospedale, nonostante l'incredibile trambusto, sono di una gentilezza squisita e aiutano come possono, semplicemente si vede questa aveva la luna storta
Buon pomeriggio, Silvietta

15 commenti:

Anonimo ha detto...

O molto probabilmente, quella, non ha mai sofferto di calcoli in vista sua.... Uhmmmm...

Auguri....

ImpiegataSclerata

Silvietta ha detto...

@Impiegata Sclerata=Esatto... Grazie per gli Auguri;)

Mauro ha detto...

Quell'impiegata non era per caso una paziente scappata dal reparto di psichiatria?

Silvietta ha detto...

@Mauro=Ahahah non penso, più che altro rischia di finirci a causa dei colleghi che ha... è una mia carissima amica ;)

Silvietta ha detto...

Ops ma sarò stordita, ho capito ora: credevo ti riferissi alla mia amica che ha commentato qui sopra ;) visto che si firma "Impiegata Sclerata".
Comunque dato il tipo dell'impiegata dell'ospedale sì credo anche io che fosse fuggita dall'ospedale psichiatrico

Anonimo ha detto...

Il 31 marzo??? Ma così i tuoi calcoli avranno tutto il tempo di mettere su famiglia... =_=

Quanto alla signora aggressiva, eh, anche qui se ne trovano di questi tipi inutilmente sgarbati (e con dei pazienti poi, che vigliacchi ignoranti!) anche se devo dire sempre meno di frequente, mentre la cortesia si sta sorprendentemente diffondendo. Che l'apparato burocratico si stia finalmente civilizzando?
Certo è però che ancora adesso al lavoro quando tratto con colleghi di altri settori che hanno bisogno di aiuto mi capita di vederli sorpresi e di sentirmi ringraziare in modo quasi esagerato per la disponibilità e gentilezza con cui li tratto, che altri non gli avevano usato, allora mi cadono le braccia...

Anonimo ha detto...

Oh che svanita! Sono Laura

Kelvin ha detto...

Leggo soltanto adesso questo post: mi dispiace per le tue peripezie, e soprattutto per il tuo stato di salute. Spero che alla fine tutto si risolva per il meglio, magari senza ricorrere all'intervento.
In ogni caso ti faccio i miei auguri sinceri.
Sauro

Silvietta ha detto...

@Laura=In effetti è quello che ho pensato anche io -_-''', bah, non capisco cosa deve fare una persona per poter chiedere una visita urgente. Magari il sostituto della mia dottoressa poteva pensarci a farmi un'impegnativa particolare.
Ah pure a me succede che le persone che non conosco mi guardano strano se sono gentile ed educata, però ammetto di aver trovato pure io un netto miglioramento negli uffici pubblici in tal senso.
@Sauro= Grazie di cuore, davvero, lo apprezzo molto. Temo che l'intervento sarà inevitabile a meno che non riesca ad espellerli da sola, cosa possibile(ne ho già espulsi diversi in passato ed anche di recente)ma difficile a causa della grandezza.
Un affettuoso saluto cari Laura e Sauro ;), vi farò sapere!

Anonimo ha detto...

Secondo me non lo sanno neanche loro, che scrivere, nelle ricette (e come dargli torto?)... Ogni posto ha, come dire? la sua particolarità di composizione lessicale per le impegnative.
Ho dovuto far riscrivere quella che il mio dottore aveva fatto per la visita dal podologo perchè a Milano non gli và bene un "visita podologica"... Boh?

Ah, Silvietta, non ti preoccupare, non mi offendo per così poco, dopotutto se mi sono scelta un nick del genere, un buon motivo c'è... ;-P


ImpiegataSclerata

Silvietta ha detto...

@Impiegata Sclerata=Eheheheh grazie, sempre pensato che tu fossi una persona molto auto-ironica ;)!Come al podologo di Milano non andava bene "visita podologica" O_O?Sì, davvero sti medici non sanno mai cosa scrivere, troppo caos -_-

Mauro ha detto...

@ Impiegata Sclerata

Ma guarda che il mio messaggio era riferito all'impiegata dell'ospedale con cui ha avuto a che fare Silvietta, mica a te.

Del resto un po' sclerati lo siamo tutti... se si finisse in psichiatria per così poco... ;-)

Saluti,

Mauro.

Anonimo ha detto...

Mauro non ti preoccupare, il mio commento era per Silvietta che pensava ti riferissi a me e non alla tipa delle prenotazioni. ;-P

ImpiegataSclerata

Mauro ha detto...

Beh, comunque, tanto per consolare Silvietta delle sue avventure ospedaliere... le racconto di un pronto soccorso tedesco:

http://pensieri-eretici.blogspot.com/2010/05/un-pronto-soccorso-tedesco.html

Saluti,

Mauro.

Silvietta ha detto...

Grazie per la segnalazione Mauro, ora guardo;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...