sabato 11 dicembre 2010

Riflessioni sul caso Sakineh


Buon Sabato a tutti, avrete sentito tutti della presunta liberazione di Sakineh nei giorni scorsi, poi smentita e si è poi scoperto che tutto ciò serviva solo ad obbligarla a fare una recita per farla apparire colpevole.
A me non piace parlare di politica, ma sapete tutti che sono di sinistra, solo che per me essere di sinistra non significa dare ragione alla mia parte a priori, né schierarmi con Russia e Iran se fanno delle schifezze.
Francamente non riesco a capire come persone che si battano contro la pena di morte attaccando gli Usa, facciano tante storie in questo caso, tirando fuori delle scuse allucinanti, tipo "Ma ha confessato, no?" "Dovrei difendere un'assassina?".
Chi dice queste sciocchezze o vive in una realtà sua oppure è in malafede, non se ne esce.
Sappiamo tutti che in Iran i matrimoni sono spesso forzati, che quasi sempre le donne, quando tradiscono, è perché cercano quell'amore e quel conforto che in famiglia non hanno mai avuto e non mi sentirei di definire assassina una persona, che dopo anni di soprusi e violenze, decide di liberarsi del marito/padrone.
Per me assassino è lui, non lei: uno che tratta la moglie come un oggetto, la umilia, la picchia, non è degno di essere chiamato marito.
E vi prego, che nessuno tiri in ballo la storiella della cultura da rispettare: la cultura è quella che fa evolvere un popolo, non lo schiavizza.
Chi pensa il contrario, per me è un maschilista, mi spiace essere così categorica, però credo sia impossibile riuscire ad avere un'altra visione.
Non stiamo parlando di una donna occidentale, libera, che tradisce il marito e lo uccide per intascarsi i soldi, a parte il fatto che pure da noi ci sono i mariti padroni, pure qui servirebbe tutte le attenuanti del caso, che per fortuna, in genere, vengono riconosciute
Ergo anche se Sakineh fosse colpevole non può certo essere definita assassina, ma onestamente una persona che ha subito torture di ogni genere, frustate a non finire, minacce sui figli, ecc, potrebbe confessare qualunque cosa, anche di aver fatto una strage e di essere Hitler redivivo!
Molti si scocciano che lei sia diventata un simbolo, io invece trovo che sia giusto che lo sia, proprio per le torture che ha subito, per l'indegna condanna.
Senza contare che quando la uccideranno, lo faranno con la lapidazione, a me la cosa fa doppiamente ribrezzo, vorrei invitarvi a leggere in rete cosa succede ad una persone che viene lapidata, tra le altre cose recentemente si è raccontato di una ragazzina di 17 anni, uccisa per aver avuto rapporti prematrimoniali, che dopo mille sassi lanciati addosso che la stavano facendo letteralmente a pezzi, si è vista uccidere da un uomo con un grosso mattone, che ha avuto lui pietà, altrimenti l'agonia sarebbe durate ore.
Queste persone, francamente, mi fanno paura, uccidono senza motivo, in maniera spaventosa, con metodi che definire barbari è dire poco e si accaniscono sempre contro le donne, un uomo ha sempre mille attenuanti.
Tra i genialoidi di sinistra ho anche letto qualcuno che diceva "Perché parlare solo di lei e non di tutti gli uomini che vengono uccisi?La vita degli uomini vale meno".
Anche questo vive sulla luna si vede visto che dati alla mano le donne uccise, per pene ingiuste o dai mariti o parenti stretti, sono almeno il doppio se non il triplo degli uomini.
Hanno anche impiccato o decapitato donne incinte.
Posso capire la vendetta di chi si vede ucciso un parente, non posso capire come uno stato che si vanti di essere "una repubblica democratica" come l'Iran decida di eliminare qualcuno, con un processo farsa, con una pena oscena, inflitta come sempre ad una donna, la cui unica colpa, siamo onesti, è quella di aver voluto vivere una vita degna di essere vissuta.
Lode alle Organizzazioni non Governative che in Medio Oriente e in India, salvano, senza guerre, moltissime donne, da parenti che definire mostri è un complimento.
Mi sono stancata di persone che dicono di essere contro una cosa(in questo caso un'ingiusta ed aberrante condanna)e poi ne divengono a favore quando lo fa qualche Stato "amico" della lor ideologia.
Un caro saluto a tutti, mi piacerebbe sapere cosa ne pensate, Silvia

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...