giovedì 12 marzo 2009

Azzaroli Silvia ad "Outing"

FUSTINI, SANNINO E AZZAROLI DISCUTERANNO DELLA VIOLENZA AI DANNI DEGLI OMOSESSUALI CON MAURIZIO GREGORINI SABATO 14 FEBBRAIO AD OUTING


Ma di OMOSESSUALITA’, se ne parla tanto o poco? In un modo corretto o sbagliato? E chi ne parla, ne ha veramente nozione? Sa di cosa sta discutendo? Dopo l’ennesimo pestaggio ai danni di un DISABILE OMOSESSUALE -è stato aggredito a calci e pugni perché volevano dargli una lezione per la sua condizione di GAY- di Pordenone da parte di tre delinquenti (un uomo di 43 anni e due giovani di 22 e 21 anni), ad OUTING, programma condotto dal poeta, scrittore e giornalista MAURIZIO GREGORINI, in onda su Teleroma 56 (visibile in tutta Europa sull’877 di Sky, ore 22.30-00.30), si discuterà di violenza nei confronti dei gay con tre giovani scrittori (tutti e tre alla loro prima esperienza letteraria): ROBERTO FUSTINI, GABRIELE SANNINO e SILVIA AZZAROLI. Ma sarà anche l’occasione giusta per parlare della scoperta di una sessualità, la propria, che sembra -oggi più che mai- ferire i sentimenti della gente comune. Roberto Fustini, che ha da poco pubblicato “Il macellaio”, sostiene che la storia del suo libro è un “rapporto d'amore che intende contrapporsi alla visione tutta carnale che hanno molti eterosessuali (ma soprattutto molti ignoranti) dei rapporti tra omosessuali. La vicenda vede un gay dichiarato conquistare un ragazzo che fino ad allora ha condotto una vita da eterosessuale. Che significa ciò? Non certo che gli omosessuali cercano di corrompere chi non lo sia. Ma solo che i sentimenti sono trasversali. E che chi è tranquillo con sé stesso e sicuro della propria sessualità, può permettersi di vivere serenamente le proprie emozioni. E poi fare scelte dettate solo ed unicamente dalla propria natura, senza condizionamenti sociali di qualsiasi sorta. Per ciò che concerne la scoperta della mia omosessualità, devo dire che mentre gli stimoli esterni ed i miei istinti sono stati tutti abbastanza precoci e chiari - tanto che posso tranquillamente affermare che il mio interesse era ben definito fin dalla primissima adolescenza - la vita nella provincia, con tutti i suoi ritmi, le sue regole e le sue aspettative ha senz'altro rallentato una presa di coscienza definitiva e tranquilla. Per cui la completa dissoluzione dei dubbi e delle angosce è cominciata con il vivere la città, e con la frequentazione di amici ed amiche dagli orizzonti culturali un poco oltre quello che fino ad allora mi ero trovato a sperimentare”. Gabriele Sannino, di cui è uscito “Non sono un alieno”, dice di aver capito la sua omosessualità “a 21 anni circa, quando ho iniziato a intuire che dovevo far chiarezza dentro me stesso, perché non volevo e non dovevo più essere confuso e infelice. Proprio la stesura del mio libro, che non considero una autobiografia, mi ha consentito di ripercorrere quegli anni e nel contempo cancellarli definitivamente dall'archivio della sofferenza per posizionarli semplicemente nell'archivio dei ricordi”. Sannino, che è militare di professione -lavora nelle forze armate-, sostiene che è proprio l’impegno lavorativo ad avergli rafforzato il senso di disciplina e di responsabilità nei confronti di sé stesso. Interessante invece la posizione della Silvia Azzaroli, decisamente OMOFOBA nel periodo adolescenziale: “Non ero omofoba per educazione ricevuta: i miei genitori sono state due persone aperte e sensibili. Piuttosto la mentalità corrente dell'epoca mi portava ad avere pregiudizi stupidi. Compresi di aver sbagliato nel momento in cui vidi due miei compagni di università baciarsi e mi fecero una gran tenerezza, mi sembrarono il ritratto dell'amore, che, a mio parere, non fa differenze di sesso, razza e religione”. Insegnante all’asilo e alle elementari, quando si è vista confessare ai colleghi delle sue scritture a tematiche omosessuali “solo una non inorridì, le altre mi guardarono sconvolta”. Nel suo libro, “La Luna oscura del Neckar” l’autrice ambienta la storia in era medievale, proprio per far capire come il tema dell’omosessualità sia tuttora trattata con oscurantismo ed ignoranza.

1 commento:

gossip boy ha detto...

siete tutti invitati su dirty gossip blog! http://dirtygossipboy.blogspot.com

dal lun al ven taaaaanti post carini per movimentare le vostre giornate... vi aspetto! ;)

ps. complimenti per il blog. veramente carino :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...